Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto a Bollate, ma proprietario di casa, il Comune: "deve pagare l'IMU"

Polizia Penitenziaria - Detenuto a Bollate, ma proprietario di casa, il Comune:


Notizia del 28/08/2013 - MILANO
Letto (1832 volte)
 Stampa questo articolo


Saranno anche comode le celle di Bollate. Sarà pure un carcere-modello. Non abbastanza, però, da considerarlo casa propria. Tantomeno da eleggerlo a residenza abituale. Pensate la sorpresa del detenuto W.B. quando il Comune di Monvalle, in provincia di Varese, gli ha inviato la richiesta di pagamento dell’Imu seconda casa per le due abitazioni di cui è co-proprietario lontano dalle sbarre.

Il motivo? Semplice quanto paradossale: per la sezione Tributi del paesino di circa duemila abitanti con vista sul Lago Maggiore, l’abitazione principale del signor B. è appunto in via Cristina di Belgioioso n. 120, l’indirizzo del penitenziario alle porte di Milano. Avete capito bene. Ovviamente, il destinatario della bizzarra missiva non si è dato per vinto. E si è subito rivolto al centro dell’istituto che si occupa di raccogliere le istanze dei carcerati e girarle all’ufficio del Garante regionale dei diritti dei detenuti, Donato Giordano. Così al Pirellone hanno preso carta e penna e hanno scritto una lettera all’ente locale per chiedere spiegazioni. Al centro della contesa, di natura squisitamente burocratica, l’interpretazione del secondo comma dell’articolo 13 del decreto legislativo 201 del 2011, secondo il quale le agevolazioni per l’abitazione principale vengono riconosciute sull’unità abitativa «a condizione che il soggetto passivo abbia in quell’unità abitativa la propria residenza anagrafica e vi dimori abitualmente».

Vale per tutti, sostengono in via Filzi, non per il signor B., «in quanto ristretto presso una casa di reclusione». Quindi, «questo fatto materiale fa sì che i concetti di residenza anagrafica e dimora abituale siano diversi per un detenuto, in quanto la sua residenza anagrafica è coattivamente presso il carcere e non può considerarsi dimora abituale». Anche perché W. non vanta un diritto reale sulla sua cella, come previsto proprio dall’articolo 13 del provvedimento normativo sull’imposta municipale unica: «Ha per presupposto il possesso di immobili». Inoltre, il Garante si appella a un precedente, quello che riguarda la condizione di anziani e disabili costretti a trasferire la residenza «in istituti sanitari a seguito di ricovero permanente»: per loro, la legge prevede che venga considerata ancora abitazione principale «l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto», a condizione che la stessa risulta non affittata.

Come dire: «La condizione di detenuto è fattispecie analoga a questa — chiosano dalla Regione — in quanto entrambi i soggetti sono dimoranti altrove rispetto alla loro principale». E il Comune di Monvalle? Per ora non ha risposto, complici anche le vacanze estive: la mail è stata mandata lo scorso 1 agosto. «Speriamo che nei prossimi giorni si facciano sentire», auspica Giordano. Qualunque sia la replica, il Garante lombardo dei detenuti solleverà la questione giuridica con il Ministero dell’Economia e delle Finanze «per segnalare il fatto anomalo e soprattutto perché venga data un’interpretazione estensiva dell’articolo 13». In modo che una simile richiesta resti un’eccezione. Per ora lo è, almeno a giudicare dallo stupore di Grazia Mandelli, direttrice della casa circondariale di San Vittore: «È la prima volta che ne sento parlare in tanti anni — sorride amara — mi sembra davvero incredibile». In effetti, è così. Specie per W.B.

ilgiorno.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Detenuto evade da ospedale: arrestato dopo qualche ora

4 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

8 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

9 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

10 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 Carceri al collasso. La soluzione? Uova, uova di quaglia per tutti