Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto aggredisce Assistente Capo di Polizia Penitenziaria nel carcere di Padova

Polizia Penitenziaria - Detenuto aggredisce Assistente Capo di Polizia Penitenziaria nel carcere di Padova


Notizia del 18/10/2016 - PADOVA
Letto (2426 volte)
 Stampa questo articolo


"Un’aggressione, tanto ingiustificata quanto violenta, è stata commessa da un detenuto straniero del carcere di Padova, già protagonista di altri fatti simili, ai danni di un assistente capo di Polizia Penitenziaria che era di servizio". L'episodio, martedì. La notizia è stata diffusa dal Sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria (Sappe), che lancia l’allarme sulla recrudescenza di eventi critici e violenti nelle carceri del Veneto.

RECIDIVO. "Il detenuto straniero che a luglio aveva già aggredito senza ragione due ispettori della casa di reclusione patavina - commenta Giovanni Vona, segretario nazionale Sappe per il Triveneto - ha di nuovo colpito. Il detenuto si è reso ancora responsabile di una aggressione a danno di un assistente capo colpevole di avergli impedito di andare via dalla sezione in modo arbitrario per andare a protestare, a suo dire, per il lavoro non concesso dalle cooperative che gestiscono aziende all'interno del carcere. Domanda, cosa sta aspettando l'amministrazione a trasferire il detenuto ad alte nuova sede. Questa è l’ennesima aggressione che si registra nel carcere di Padova e questo dovrebbe fare seriamente riflettere sulla necessità di adottare opportuni provvedimenti per scongiurare ulteriori fatti violenti contro poliziotti penitenziari”.

CARCERI AD ALTA TENSIONE. “Sono stati momenti di grande tensione e pericolo, gestiti con grande coraggio e professionalità dai poliziotti penitenziari - aggiunge Donato Capece, segretario generale del Sappe - Quanto accaduto nella casa di reclusione di Padova evidenzia come le tensioni e le criticità nel sistema dell’esecuzione della pena in Italia sono costanti. Particolarmente allarmante la situazione è per la Polizia Penitenziaria, che paga pesantemente, in termini di stress e operatività, questi gravi e continui episodi critici. Basti pensare, restando nella realtà penitenziaria del Veneto, che le donne e gli uomini dei reparti di Polizia Penitenziaria in servizio nella Regione hanno fronteggiato nel primo semestre del 2016 ben 142 atti di autolesionismo, hanno salvato la vita a 13 detenuti che hanno tentato il suicidio, sono stati coinvolti in 141 colluttazioni e 47 ferimenti. Le carceri, dunque, sono ad alta tensione anche in Veneto".

padovaoggi.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto