Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto aggredisce magistrato durante udienza: a processo ci vanno gli Agenti Penitenziari

Polizia Penitenziaria - Detenuto aggredisce magistrato durante udienza: a processo ci vanno gli Agenti Penitenziari


Notizia del 03/02/2015 - VITERBO
Letto (4482 volte)
 Stampa questo articolo


Tre agenti penitenziari affronteranno l’udienza preliminare per l’aggressione al pm antimafia Giovanni Musarò.

M. F., L. D.F. e F. C. devono rispondere di falso e omessa consegna, per i fatti del 7 novembre 2012. Al carcere Mammagialla deve svolgersi l’interrogatorio del boss della ‘ndrangheta Domenico Gallico. Il pm Musarò è viene a Viterbo appositamente.

Per anni ha indagato sulla cosca Gallico, decimata con arresti e sequestri dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

Gallico e Musarò non si erano mai visti. Il boss gli stringe la mano e subito dopo lo colpisce con un pugno che gli spacca il setto nasale, per poi continuare a picchiarlo anche mentre il magistrato è a terra.

Al processo, il pm della Dda reggina dirà che si aspettava un’aggressione. Proprio per questo, qualche giorno prima dell’interrogatorio, aveva chiesto un potenziamento della sorveglianza. Due comunicazioni per avere due poliziotti penitenziari che non ha ottenuto e che, forse, avrebbero potuto sventare l’aggressione.

I tre agenti rispondono di questo: di aver lasciato da solo il magistrato. Ma sono accusati anche di aver ‘ritoccato’ il verbale post-aggressione per evitare contestazioni. Assistiti dall’avvocato Remigio Sicilia, compariranno davanti al gup stamattina.

Di Filippo e Ferrara erano parte civile nel processo a Gallico per il cazzotto al magistrato: avevano riportato lievi lesioni. Il giudice Rita Cialoni scagionò il capocosca di Palmi (Reggio Calabria) dalle accuse di violenza a pubblico ufficiale, resistenza e lesioni agli agenti della penitenziaria, condannando Gallico a due anni e mezzo per l’aggressione premeditata al magistrato.

Al processo, il boss ha negato l’astio nei confronti di Musarò. “Non ce l’ho col magistrato, ma con quello che mi è stato fatto durante indagini e processi”, disse in videoconferenza dal carcere di Tolmezzo. Gallico smentiva anche l’aggressione premeditata, parlando di gesto istintivo: “Gli ho visto sul viso un’espressione che non mi è piaciuta e l’ho colpito”.

La sua difesa sta lavorando all’appello.

tusciaweb.eu

Indagati tre agenti penitenziari per omessa custodia: detenuto sferrò pugno al magistrato in visita

 

Aggredì Poliziotto penitenziario a Viterbo: condannato ad altri sei mesi di carcere

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Riordino: Ispettori di Polizia Penitenziaria favoriti nella progressione di carriera?


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato