Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto aggredisce una educatrice del carcere di Poggioreale: salvata dalla Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria - Detenuto aggredisce una educatrice del carcere di Poggioreale: salvata dalla Polizia Penitenziaria


Notizia del 21/08/2016 - NAPOLI
Letto (6039 volte)
 Stampa questo articolo


È stata picchiata da un detenuto mentre stava lavorando come educatrice nel carcere di Poggioreale. L’ennesimo caso di violenza tra le mura della casa circondariale riguarda una 43enne, originaria di Torre del Greco, che è stata aggredita mentre stava effettuando un colloquio propedeutico alla sua attività di insegnamento con uno dei detenuti. L’episodio, avvenuto al terzo piano della struttura, si è verificato intorno alle 18 di giovedì scorso quando, improvvisamente, l’aggressore si è scagliato contro la donna strattonandola con violenza e colpendola con schiaffi e pugni in faccia e alla testa. La vittima non ha avuto modo né la forza di difendersi, subendo l’assalto brutale del detenuto.

L’aggressione non è degenerata per l’intervento della Polizia Penitenziaria che ha bloccato l’uomo e trasportato la donna in ospedale, con traumi e tumefazioni al volto e una prognosi di 7 giorni per i traumi e le tumefazioni al volto. I casi di violenza tra detenuti e a danno dei lavoratori in servizio nel carcere di Poggioreale sono in aumento secondo le statistiche riportate dal Sappe, il Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria che rendiconta un episodio ancora più grave avvenuto due giorni prima dell’aggressione contro l’educatrice. «Due detenuti hanno impugnato delle lamette e minacciato gli altri carcerati, facendo scattare gli allarmi e barricandosi all’interno delle docce vicino al reparto Milano- racconta Emilio Fattorello, segretario del Sappe Campania- si trattava di un siriano e di un egiziano che hanno seminato il panico nell’intero reparto e si è sfiorata la tragedia».
Da tempo i rappresentanti sindacali del comparto denunciano l’insufficienza di organico di poliziotti in servizio a Poggioreale e anche la carenza di strumenti in loro supporto, quali videosorveglianza e accorgimenti che possano facilitare «la vigilanza a porte aperte in un carcere che è stato pensato esattamente per l’opposto» continua Fattorello. 

«Il punto è che la politica e l’amministrazione della casa circondariale vanno verso una gestione aperta delle celle, situazione auspicabile ma con un numero maggiore di poliziotti – si legge nella nota Sappe- a dimostrazione di questo ci sono i casi di autolesionismo e violenza di vario tipo che continuano ad aumentare e verificarsi in maniera sempre più pericolosa». Durante la recente visita del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, nel carcere di Poggioreale i sindacati del comparto di Polizia Penitenziaria avevano chiesto un incontro per rappresentare le loro problematiche. «Il ministro non ci ha ricevuto e l’attenzione su di noi viene messa in luce sono quando esplode la violenza fra queste mura», conclude Fattorello. 

ilmattino.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 L’estate del detenuto

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!