Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto malato di tubercolosi evade dall'ospedale: si teme per il contagio della popolazione

Polizia Penitenziaria - Detenuto malato di tubercolosi evade dall'ospedale: si teme per il contagio della popolazione


Notizia del 30/11/2013 - TRENTO
Letto (2825 volte)
 Stampa questo articolo


Quella tra mercoledì e giovedì è stata una notte agitata all'ospedale Santa Chiara di Trento. L'intera struttura è stata messa sottosopra dagli uomini della squadra volante della polizia che erano alla ricerca di detenuto che era ricoverato nel reparto infettivi ed è scappato durante la notte.

Si tratta di un cittadino tunisino che era stato ricoverato con la diagnosi di tubercolosi. Era stato trasferito agli infettivi per questo motivo e ha approfittato del fatto di non essere ricoverato nel reparto destinato ai detenuti per dileguarsi. Ha atteso la notte ed è evaso. Un controllo, però, ha rilevato che il tunisino era scomparso. È stato subito dato l'allarme. Sul posto è arrivata la polizia. Il personale dell'ospedale e gli agenti hanno letteralmente setacciato tutto il Santa Chiara. Hanno guardato dappertutto. Infatti c'è molta preoccupazione per la malattia dalla quale è affetto l'uomo. Il timore è che potrebbe diffonderla. Per questo sia i medici e gli infermieri che gli agenti lo hanno cercato per tutta la notte.

Ma del tunisino nessuna traccia. Il timore di una diffusione della malattia era abbastanza elevato. Per questo è stato fatto ogni sforzo. Il personale dell'ospedale si è dato da fare al massimo e anche gli agenti della volante hanno cercato di capire dove possa essere andato a finire il detenuto evaso. L'uomo è stato cercato anche fuori dall'ospedale nei luoghi che frequentava e anche nelle case di amici. Ma la lunga ricerca non ha prodotto alcun risultato. Le ricerche sono andate avanti anche ieri per tutta la giornata, ma il tunisino sembra essere sparito nel nulla. Sono state avvertite anche le compagnie dei carabinieri sul territorio e le questure delle città vicine. Ormai sembra sicuro che o il tunisino sia riuscito a lasciare la città o che abbia raggiunto un rifugio sicuro.

La preoccupazione è che possa contagiare qualcuno. Il fatto che il tunisino fosse ricoverato nel reparto infettivo dimostra che lo stadio della malattia comunque era abbastanza avanzato. Da qui la preoccupazione di medici e forze dell'ordine. Per questo le forze dell'ordine hanno moltiplicato gli sforzi. La fuga, comunque, non è stata ancora interrotta. I controlli, però, vanno avanti a ritmo serrato. Si cerca in tutti gli ambienti che il tunisino frequentava e anche nelle zone battute dai suoi connazionali.

Il Trentino

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Bambino di 5 anni muore in piscina: il papà è un Agente della Polizia Penitenziaria

2 Una procura massonica guidata all''epoca da Giovanni Tinebra: lo sfogo di Fiammetta Borsellino

3 Ecco come Carabinieri e Polizia Penitenziaria hanno riacciuffato i tre evasi dal carcere di Barcellona PG

4 Detenuti protestano in nome di Allah: frattura al braccio per un Agente e altri Poliziotti penitenziari feriti nel carcere di Verona

5 Tragedia sfiorata: Poliziotto penitenziario trasferito in ospedale in codice rosso. Ferito in una rissa tra detenuti nel carcere di Porto Azzurro

6 Santi Consolo totalmente inadeguato al suo ruolo e carceri fuori controllo: conferenza stampa al Senato

7 Matrimonio tra Poliziotta penitenziaria e detenuto: lei lo aiutò ad evadere dal carcere svizzero

8 Uccise anche il Generale Dalla Chiesa: ora Antonino Madonia vuole lo sconto di pena per trattamento inumano in carcere e la Cassazione la ritiene una legittima richiesta

9 Nostro fratello Mormile ucciso dall''accordo tra DAP e servizi segreti: testimone di colloqui tra Stato e boss mafiosi nel carcere di Parma

10 Detenuto Rachid Assarag a processo per violenza e oltraggio all''Ispettore di Polizia Penitenziaria di sorveglianza nel carcere di Imperia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Perché tanta attenzione all’USPEV e nessuna considerazione per NIC e GOM?

2 Adesso che è legge il reato di "tortura" sicuramente abbiamo risolto il problema ... quindi se facciamo una legge contro l''imbecillità la debelliamo dal Paese?

3 Riordino delle carriere: le tabelle e tutto quello che c’è da sapere

4 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta uno degli evasi di Barcellona P.G.

5 Altro successo del NIC: presi tutti gli evasi di Barcellona PG

6 Il malessere del Corpo in una lettera a un quotidiano di Alessandria

7 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia

8 Le discutibili relazioni tra Dap, Radicali e Associazioni di Volontariato denuciate dal Senatore Di Maggio

9 Lettera aperta di Capece a Rita Bernardini

10 Fiamme Azzurre, nuova stagione olimpica e nuova location per la preparazione di Anna Cappellini e Luca Lanotte