Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto marocchino scarcerato per errore al posto del compagno di cella nel carcere di Lodi

Polizia Penitenziaria - Detenuto marocchino scarcerato per errore al posto del compagno di cella nel carcere di Lodi


Notizia del 02/03/2014 - LODI
Letto (4605 volte)
 Stampa questo articolo


Non credeva ai suoi occhi, Hicham Ennakagh, quando le porte della cella, venerdì sera, si sono aperte e il secondino gli ha detto che era libero. Hicham, 28 anni, era finito in carcere a Lodi soltanto pochi giorni prima, raggiunto il 24 febbraio da un'ordinanza di custodia cautelare per spaccio, destino di tanti immigrati che arrivano in Italia da Beni Mellal, città nel cuore del Marocco.

La sua libertà dura però solo poche ore, il tempo di capire che a uscire doveva essere il suo compagno di cella, marocchino come lui, ma più vecchio di dodici anni, con i baffi e un nome, Mahjub Echakraoui, che non è così facile confondere col suo. Eppure succede, mandando in tilt per un paio d'ore l'amministrazione penitenziaria di Lodi, con un detenuto - Mahjub Echakraoui - che resta in carcere, nonostante abbia ottenuto i domiciliari dal gip Alessandra Del Corvo, con un'ordinanza notificata al carcere alle 17,15.

E un altro recluso - Hicham Ennakagh - che si ritrova libero, nonostante un'ordinanza di custodia cautelare di quattro giorni prima. "Mi hanno dato un portafoglio nero, sembrava il mio, ma i documenti all'interno non erano i miei", racconta Hicham, prima di rientrare in cella. Hicham, che non parla e non legge bene l'italiano, si è così trovato fuori dal carcere con in mano il decreto di scarcerazione di Echakraoui.

"Quando mi ha telefonato da un'utenza che non conoscevo, ho pensato a uno scherzo - racconta ora il legale di Hicham Ennakagh, l'avvocato Debora Piazza. Non poteva che essere un errore. "Sei sicuro che sei Hicham?", gli ho chiesto. È allora che mi ha detto che aveva ricevuto gli effetti personali del compagno di cella".

L'avvocato Piazza parte da Milano e raggiunge il suo assistito a Lodi, poi insieme - col verbale di scarcerazione di Mahjub Echakraoui - vanno in questura di Lodi. Spiega lo scambio di persona, che il suo assistito è stato scarcerato per errore. Ma anche che il suo assistito deve tornare subito dentro. È alle 21 di sabato che la questura allerta la direzione del carcere e il pm di turno, Laura Siani, e solo in tarda serata Ennakagh rientra in carcere.

La Repubblica

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

4 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma

5 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

6 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

7 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

8 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

9 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

10 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

4 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

5 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

6 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

7 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

8 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

9 Ministro Orlando vigili affinchè il DAP non ritardi anche nell’attuazione del riallineamento

10 La "famiglia di caserma" e l''attesa del trasferimento vicino casa