Aprile 2020
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2020  
  Archivio riviste    
Detenuto muore di overdose a Regina Coeli: compagno di cella accusato di spaccio e omicidio colposo

Polizia Penitenziaria - Detenuto muore di overdose a Regina Coeli: compagno di cella accusato di spaccio e omicidio colposo


Notizia del 21/03/2013 - ROMA
Letto (3422 volte)
 Stampa questo articolo


Omicidio colposo e spaccio di eroina in carcere, a Regina Coeli. È stato individuato ed è finito sotto processo il pusher che il 10 febbraio 2012 ha fornito una dose di eroina killer a un compagno di cella.

È Idemudia Osagie, 25enne nigeriano, incensurato. Si era prestato a fare il corriere della droga per conto di alcuni narcotrafficanti. L’aveva ingerita e, quando era stato arrestato, aveva espulso 23 ovuli di 15 grammi. Uno, però, l’aveva trattenuto per sé e, a Regina Coeli, secondo l’accusa, l’avrebbe ceduto in cambio di cibo. Eroina purissima che ha ucciso Tiziano De Paola, un tossicodipendente di 30 anni di Tor Bella Monaca, appena arrestato per piccolo spaccio.

De Paola non aveva saputo rinunciare alla droga e al mattino era stato ritrovato sotto le coperte, ucciso da un’overdose fulminante. Ieri il gip Alessandrina Tudi-no ha accolto la richiesta del pm Perla Lori e ha rinviato a giudizio il corriere nigeriano che gliel’ave-va fornita. Le giustificazioni del giovane, tuttora detenuto, non hanno convinto il giudice. “Non volevo spacciare in carcere - ha detto durante l’udienza - i compagni di cella, però, quando hanno saputo di quell’ovulo mi hanno aggredito per ottenerlo”.

Per il pm invece la cessione a De Paola era stata volontaria. La morte invece sarebbe una conseguenza colposa. “De Paola - per il pm - decedeva in conseguenza di un arresto cardiorespiratorio secondario alla recente assunzione di eroina”. Il legale del corriere nigeriano, l’avvocato Giacomo Marini, intanto, spera di ottenere il minimo della pena dopo il dibattimento.

“Non punto a un rito alternativo - ha annunciato - vogliamo un processo che faccia emergere le pecche del carcere e le modalità di svolgimento di questa grave vicenda che rientra nella complessa situazione carceraria”. All’indomani della morte di De Paola, quando le cause del decesso erano ancora ignote, era arrivata la denuncia del garante regionale dei detenuti. “Regina Coeli - aveva detto -è un carcere ingestibile.

La Costituzione parla di pena e reinserimento, qui c’è solo pena. Mancano guardie, educatori, psicologi”. Alle 6,30 del mattino Tiziano De Paola non aveva risposto all’ appello della Polizia Penitenziaria. Nessun movimento sotto la coperta logora. Neanche il suo compagno di cella - al quarto braccio - si era accorto di nulla.

Il Messaggero

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

2 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

8 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

9 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"

10 Evaso detenuto di Opera, rischio terrorismo islamico. Ricercato in tutta Italia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Lavoro di Stato

3 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

4 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

5 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

6 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

7 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)