Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto nascondeva negli slip un telefono, due sim e caricabatteria: denunciata anche la madre con cui aveva effettuato il colloquio in carcere

Polizia Penitenziaria - Detenuto nascondeva negli slip un telefono, due sim e caricabatteria: denunciata anche la madre con cui aveva effettuato il colloquio in carcere


Notizia del 05/09/2016 - SALERNO
Letto (1133 volte)
 Stampa questo articolo


Un apparecchio telefonico cellulare, due Sim card e cavetti auricolari pronti per l’utilizzo scoperti negli slip di un detenuto e sequestrati prima di poter essere utilizzati, con ogni probabilità, da  appartenenti a clan ristretti presso il carcere di Fuorni. L’uomo è stato denunciato e nei guai è finita anche la mamma  che avrebbe introdotto  materialmente il tutto, chiaramente utile per poter attivare collegamenti con l’esterno del carcere senza destare sospetti e a qualunque ora della giornata, all’interno della sala destinata ai colloqui per poi consegnarlo al figlio.

E ogni cosa era proceduta secondo il piano, evidentemente, prestabilito. Fino a quando non hanno sortito effetto i controlli messi in atto ieri alle tredici dal personale di Polizia Penitenziaria in servizio nella casa circondariale insospettitosi per l’atteggiamento guardingo  palesato dall’uomo che prima di essere incarcerato era residente in un comune dell’hinterland di Napoli. Così prima che rientrasse in cella gli operatori dell’istituto penitenziario lo hanno invitato a consegnare loro eventuali oggetti di cui fosse entrato in disponibilità.

metropolisweb.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Si costituisce nel carcere di Bollate, Giuseppe Morabito: era ricercato per traffico internazionale di droga

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 E'' deceduto il detenuto ferito con cinque colpi di pistola all''uscita del carcere di Secondigliano

6 Ministro Orlando: non c''è nessun indebolimento del 41-bis. Allarme lanciato solo da un sindacato di Polizia Penitenziaria

7 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

8 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

9 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

10 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 Gianfranco De Gesu e Anna Internicola, marito e moglie ai vertici del Provveditorato Sicilia: interrogazione parlamentare Onorevole Polverini

5 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

6 Lavorare insieme per il cambiamento: la collaborazione tra Polizia Penitenziaria e Area educativa

7 Ho visto cose che voi umani …

8 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

9 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro

10 Chi non riesce a contraddire il ragionamento, aggredisce il ragionatore