Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto non vuole andare a lavorare e colpisce agente penitenziario al naso

Notizia del 30/06/2012 - BOLOGNA

Detenuto non vuole andare a lavorare e colpisce agente penitenziario al naso

letto 2121 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Ancora un’aggressione nel carcere bolognese della Dozza. Un agente e’ stato aggredito da un detenuto italiano e impiegato come ‘spesino’ all’interno del carcere. Lo comunica il sindacato di Polizia penitenziaria Sappe. Stando alle prime ricostruzioni dei fatti, il detenuto, invece di lavorare, stava giocando con altri suoi compagni in una saletta; l’agente, dunque, lo avrebbe invitato ad uscire e ad andare a lavorare. Il detenuto si sarebbe scagliato contro il poliziotto, tentando di colpirlo a pugni e ferendolo sul naso. L’agente, ora, e’ stato portato in ospedale.
 
“Riteniamo che la misura sia ormai colma - rileva Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe - non e’ piu’ possibile tollerare queste continue aggressioni, ad opera di detenuti che rifiutano ogni regola. Chiediamo che a questo soggetto venga immediatamente tolta la possibilita’ di lavorare, considerato che non si e’ dimostrato meritevole di tale beneficio, magari a scapito di altri suoi compagni, e che vengano assunti seri provvedimenti disciplinari, oltre ai risvolti penali della vicenda.

Ricordiamo che a Bologna ci sono oltre mille detenuti, per una capienza di 470 posti e mancano circa 200 agenti: dei 570 previsti ce ne sono circa 370”.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Il video di Michele Zagaria in carcere al 41-bis registrato durante il colloquio con le donne arrestate oggi

4 Pasquale Zagaria durante i colloqui in carcere: figli minorenni per veicolare i messaggi da inviare al clan dei Casalesi

5 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

6 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra

7 Scuola superiore dell''amministrazione penitenziaria di Roma intitolata alla memoria di Piersanti Mattarella

8 Molestie sessuali nel carcere di Benevento: detenuto riceve ulteriore custodia cautelare per abusi sul compagno di cella

9 Condannato a sei mesi il detenuto che sferrò un pugno ad Agente penitenziario

10 Carcere di Vasto, crolla la porta carraia: Sappe denuncia situazione insostenibile per la Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 DIA e NIC della Polizia Penitenziaria smantellano struttura del casalesi utilizzata per recapitare lo stipendio ai detenuti

5 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

6 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

7 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

8 Ho visto cose che voi umani …

9 L’isola di Pianosa: detenuti nel mare protetto

10 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro