Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto russo evade dal furgone, spara e uccide due Poliziotti Penitenziari e fugge nonostante gli manchi una gamba

Polizia Penitenziaria - Detenuto russo evade dal furgone, spara e uccide due Poliziotti Penitenziari e fugge nonostante gli manchi una gamba


Notizia del 25/03/2015 - ESTERO
Letto (5906 volte)
 Stampa questo articolo


RUSSIA - Evasione mai vista di un pericoloso criminale russo, degna dei migliori film d'azione di Hollywood. Il narcotrafficante Vladimir Bespalov, in attesa di processo, doveva essere portato in tribunale nella città di Vladivostok scortato da due agenti della Polizia Penitenziaria. A un certo punto ha finto di fare il matto, urlando e battendo la testa.

Quando un ufficiale della scorta è entrato nella sua cella a bordo del furgone, il detenuto l’ha aggredito, gli ha strappato la pistola dalla fodera e gli ha sparato alla testa, uccidendolo sul colpo. Poi ha sparato al secondo agente a bruciapelo, ferendolo gravemente. Più tardi anche quest’ultimo è morto in ospedale.

Il detenuto è invalido, gli manca una gamba amputata fino al ginocchio, ha una protesi, ma si muove con evidenti difficoltà. Ciononostante è riuscito a beffare l’intero distretto di polizia ed è ora ricercato. Dopo essere fuggito dal furgone, brandendo la pistola, ha fermato un autobus di linea, ha fatto scendere i passeggeri e si è fatto portare dall’autista in una zona densamente popolata, dove ha seminato gli inseguitori. Più tardi si è scoperto che è entrato in un condominio, ha bussato ad un appartamento dove c’era soltanto una donna, e, minacciandola con la pistola, si è fatto consegnare gli abiti del marito per travestirsi. 

Poi ha costretto la donna a chiamare un taxi ed è uscito a braccetto con lei. Saliti sul taxi, l’ha fatto fermare al primo negozio di liquori, dove ha comprato e bevuto una bottiglia di cognac. La donna, sfruttando l’occasione, è scappata via con il tassista ed ha allertato la polizia, ma il criminale è riuscito nuovamente a beffarla e far perdere le proprie tracce. Ora è ricercato e latitante. Per il reato di narcotraffico era stato condannato a 15 anni di reclusione in carcere duro. Ora rischia fino a 3 ergastoli.

rainews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Detenuto evade da ospedale: arrestato dopo qualche ora

4 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

8 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

9 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

10 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 Carceri al collasso. La soluzione? Uova, uova di quaglia per tutti