Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Detenuto russo evade dal furgone, spara e uccide due Poliziotti Penitenziari e fugge nonostante gli manchi una gamba

Polizia Penitenziaria - Detenuto russo evade dal furgone, spara e uccide due Poliziotti Penitenziari e fugge nonostante gli manchi una gamba


Notizia del 25/03/2015 - ESTERO
Letto (6091 volte)
 Stampa questo articolo


RUSSIA - Evasione mai vista di un pericoloso criminale russo, degna dei migliori film d'azione di Hollywood. Il narcotrafficante Vladimir Bespalov, in attesa di processo, doveva essere portato in tribunale nella città di Vladivostok scortato da due agenti della Polizia Penitenziaria. A un certo punto ha finto di fare il matto, urlando e battendo la testa.

Quando un ufficiale della scorta è entrato nella sua cella a bordo del furgone, il detenuto l’ha aggredito, gli ha strappato la pistola dalla fodera e gli ha sparato alla testa, uccidendolo sul colpo. Poi ha sparato al secondo agente a bruciapelo, ferendolo gravemente. Più tardi anche quest’ultimo è morto in ospedale.

Il detenuto è invalido, gli manca una gamba amputata fino al ginocchio, ha una protesi, ma si muove con evidenti difficoltà. Ciononostante è riuscito a beffare l’intero distretto di polizia ed è ora ricercato. Dopo essere fuggito dal furgone, brandendo la pistola, ha fermato un autobus di linea, ha fatto scendere i passeggeri e si è fatto portare dall’autista in una zona densamente popolata, dove ha seminato gli inseguitori. Più tardi si è scoperto che è entrato in un condominio, ha bussato ad un appartamento dove c’era soltanto una donna, e, minacciandola con la pistola, si è fatto consegnare gli abiti del marito per travestirsi. 

Poi ha costretto la donna a chiamare un taxi ed è uscito a braccetto con lei. Saliti sul taxi, l’ha fatto fermare al primo negozio di liquori, dove ha comprato e bevuto una bottiglia di cognac. La donna, sfruttando l’occasione, è scappata via con il tassista ed ha allertato la polizia, ma il criminale è riuscito nuovamente a beffarla e far perdere le proprie tracce. Ora è ricercato e latitante. Per il reato di narcotraffico era stato condannato a 15 anni di reclusione in carcere duro. Ora rischia fino a 3 ergastoli.

rainews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

8 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

9 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

10 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Lavoro di Stato

3 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

4 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

5 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

6 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

7 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)