Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Detenuto scarcerato per errore, Provveditore Lombardia: sono cose che possono succedere

Polizia Penitenziaria - Detenuto scarcerato per errore, Provveditore Lombardia: sono cose che possono succedere


Notizia del 05/03/2014 - LODI
Letto (2383 volte)
 Stampa questo articolo


«Sono cose che possono accadere. Verificheremo bene i fatti e accerteremo eventuali responsabilità. Venerdì scorso alla casa circondariale di Lodi era stata una giornata particolare con assenze per malattia nell’organico.

E proprio in quel giorno dovevano essere scarcerate quattro persone. Per un istituto penitenziario piccolo come quello di Lodi queste situazioni possono diventare un problema. In ogni caso in questa vicenda va sottolineato il senso di responsabilità del detenuto e soprattutto del suo avvocato».

Il provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria per la Regione Lombardia, Aldo Fabozzi, non si sente di condannare nessuno dopo che venerdì scorso al carcere di Lodi è stato rimesso in libertà un detenuto al posto di un altro (per la precisione un marocchino di 28 anni accusato di spaccio al posto di un connazionale di 40 anni con i baffi accusato di estorsione a un parroco e a cui erano stati concessi i domiciliari).

Il giovane, una volta fuori dalla struttura, aveva chiamato il suo avvocato e dopo averle detto che era «la migliore avvocato al mondo perché era già riuscita a farlo liberare», la verità e l’errore commesso erano venuti a galla. Il 28enne alla fine si era costituito. Il provveditore regionale Fabozzi traccia anche il punto della situazione dopo la richiesta di avvicendamento della direttrice del carcere, Stefania Mussio, presentata a gennaio dagli agenti di Polizia Penitenziaria.

ilgiorno.it

Detenuto marocchino scarcerato per errore al posto del compagno di cella nel carcere di Lodi

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Candidata con la Bonino, tenta di passare dei soldi ad un detenuto durante una visita in carcere

2 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

6 Erika Stefani, Lega: basta svuota carceri, da Gentiloni ennesimo regalo ai criminali

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

9 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative

10 Sfiorata la sommossa nel carcere di Larino


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Transito a ruolo civile. Č legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio

3 Gruppo Operativo Mobile: Perché? Perché? Perché? Perché?

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Ma chi siamo?

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia