Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Detenuto tenta evasione da ospedale: Polizia Penitenziaria di San Cataldo lo blocca

Polizia Penitenziaria - Detenuto tenta evasione da ospedale: Polizia Penitenziaria di San Cataldo lo blocca


Notizia del 31/07/2014 - CALTANISSETTA
Letto (2233 volte)
 Stampa questo articolo


Il Sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria (Sappe) interviene per commentare un probabile tentativo di evasione da parte di un detenuto della Casa di reclusione di San Cataldo. L'episodio si è verificato lunedì sera al presidio ospedaliero "Sant'Elia" di Caltanissetta, dove il detenuto era stato accompagnato da due agenti del Nucleo traduzioni e piantonamenti della Casa circondariale del capoluogo per degli accertamenti.

A quanto pare, il ristretto ha cercato di darsi alla fuga, creando una situazione dall'allarme al Pronto soccorso del "Sant'Elia", ma venendo poi tempestivamente fermato dagli stessi agenti. A tal proposito, il segretario regionale del Sappe, Calogero Navarra, ha scritto una nota al Provveditore di Palermo e, per conoscenza, alla Prefettura di Caltanissetta ed alla Direzione della Casa di reclusione di San Cataldo. Il Sappe, dunque, esprime la propria "solidarietà" agli agenti perché "con alto senso del dovere ed a rischio della propria incolumità hanno evitato il peggio, in considerazione che al momento del parapiglia erano presenti comuni cittadini".

Rivolgendosi poi al provveditore, il sindacato rimarca "l'importanza della presenza presso la struttura (Casa di reclusione di San Cataldo) di una figura dirigenziale costante (direttore), in questo momento assente nell'assegnazione in pianta stabile. Emerge, necessita sottolinearlo, la sicura, pronta ed apprezzata competenza nell'assolvere a mansioni, anche oltre il limite di demarcazione previsto, da parte del funzionario comandante di reparto della Casa di reclusione di San Cataldo, il quale nell'occasione non ha fatto mancare la propria presenza e vicinanza al personale interessato, oltre che ottemperare agli adempimenti che il caso richiedeva sino a tardissima serata.

Si ribadisce che una presenza quotidiana del dirigente d'istituto agevolerebbe nel migliore dei modi la delicata funzione del commissario comandante di reparto, che molto spesso potrebbe apparire titubante nel prendere potenziali decisioni, non per voluta sottrazione volontaria dalle responsabilità, ma perché per norma la decisione finale spetta sempre e comunque al direttore dell'istituto".

La Sicilia

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”