Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto trans getta sangue infetto agli Agenti penitenziari: patteggia e ottiene la sospensione condizionale

Polizia Penitenziaria - Detenuto trans getta sangue infetto agli Agenti penitenziari: patteggia e ottiene la sospensione condizionale


Notizia del 20/09/2016 - BELLUNO
Letto (2764 volte)
 Stampa questo articolo


Sangue infetto sugli agenti: trans patteggia 10 mesi. Il brasiliano di 34 anni, che era ristretto nella sezione transessuali del carcere di Baldenich, ha chiesto e ottenuto l'applicazione pena per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, in continuazione con il reato di danneggiamento, per il quale era stato condannato a tre mesi solo un paio di anni fa. Il difensore Tiziani aveva trovato un accordo con il pubblico ministero Rossi e il giudice Cittolin ne ha preso atto durante una breve camera di consiglio, concedendo la sospensione condizionale.

Il detenuto sudamericano era sieropositivo e gli agenti della Polizia Penitenziaria dovevano usare cautele particolari nei suoi confronti ogni volta che dovevano averci a che fare. In una giornata di primavera, il 6 marzo di cinque anni fa, era più agitato del solito, anche perché desiderava del tabacco e nessuno glielo poteva fornire al momento. Aveva insistito fino a quando era diventato molto pericoloso per i cinque agenti. A un certo punto aveva preso una lametta da barba e improvvisamente si era tagliato le vene di un polso. Non un tentativo di suicidio, ma una minaccia a chi gli negava quello che lui riteneva un diritto.

I cinque erano stati colpiti da alcuni schizzi di sangue, soprattutto al viso, la parte meno protetta dalle loro divise. Comunque, erano riusciti a contenere in qualche maniera il brasiliano e a portarlo in infermeria, per fargli medicare l'avambraccio ferito, prima di riportarlo in cella.

Per loro a una serie di esami medici, tanto per cominciare il test dell'Hiv, in maniera da verificare di non essere stati contagiati. Il pericolo c'era indubbiamente stato, ma i cinque stanno bene. Non si sono costituiti parte civile, per ottenere un risarcimento danni, quello che contava era la salute,

dopo la paura di aver preso una malattia dagli sviluppi mortali.

L’imputato evidentemente non sopportava il regime carcerario e l’aveva confermato prima quasi sottovoce e poi con un gesto molto eclatante, oltre che pericoloso. Ha patteggiato e avuto anche la sospensione condizionale.

corrierealpi.gelocal.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

8 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

9 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

2 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Le proteste pretestuose

9 Il ''malvezzo'' lo rispediamo al mittente

10 L’importanza dell’attività di polizia all’interno delle carceri italiane