Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Detenuto trascina in Tribunale l'ex Comandante di Polizia Penitenziaria del carcere di Fossombrone

Polizia Penitenziaria - Detenuto trascina in Tribunale l'ex Comandante di Polizia Penitenziaria del carcere di Fossombrone


Notizia del 08/03/2013 - PESARO E URBINO
Letto (5455 volte)
 Stampa questo articolo


Commisasrio di Polizia Penitenziaria, ex Comandante del Carcere di Fossombrone, trascinato in una storia di querele e contro-querele da un detenuto "perseguitato".

Guerra a colpi di carte bollate al tribunale di Urbino tra un detenuto e il Commissario della Casa di reclusione. Ad iniziare è stato Vincenzo Stanzione, 55 anni, originario di Napoli. Nel 2011, periodo in cui scontava la sua pena a Fossombrone, Stanzione inviò alla procura di Pesaro, a quella di Urbino, al ministro della Giustizia e ad altri rappresentanti istituzionali una serie di lettere in cui accusava il comandante e gli altri agenti in servizio di “abusi e percosse fisiche” e denunciava di essere “soggetto a rappresaglie e minacce da parte del corpo di polizia”.

Le lettere, scritte a mano dal detenuto, parlavano inoltre dell’esistenza di un “potere occulto e perverso”. La denuncia riguardava il personale del carcere, tutti gli agenti e anche il comandante Andrea Tosoni, 48 anni, di Deruta (Pg), che decise di querelare per diffamazione Vincenzo Stanzione a causa delle frasi offensive e diffamatorie per la sua persona e per le persone che, come comandante del carcere, rappresentava.

Alla querela di Tosoni seguirono altre lettere di Stanzione in cui diceva di essere vittima “di denuncia di querela ma sono io la parte lesa”.

Andrea Tosoni è stato sentito oggi come teste di fronte al giudice di pace del tribunale di Urbino ha riferito che Stazione, nell’anno e mezzo passato a Fossombrone, “ne ha combinate di tutti i colori, finendo più volte anche in tribunale”. L’ex comandante ha descritto il pregiudicato come un “soggetto molto problematico, aveva fobie, manie, era grafomane e si sentiva un perseguitato”.

Stanzione, scarcerato il 28 febbraio 2013 dalla casa circondariale di Agrigento per fine pena, non si è presentato all’udienza di conciliazione e nemmeno il suo avvocato Massimo Amoriello. Il giudice Morosi e il vice procuratore onorario hanno tuttavia rilevato un difetto di competenza perché se il reato di diffamazione - del quale è accusato Stanzione - riguarda un pubblico ufficiale, scatta l’aggravante. Il processo deve quindi svolgersi davanti al tribunale.

Corriere Adriatico

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE MARCHE
Statistiche carceri Regione Marche







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?