Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Dieci colpi di pistola in volto al detenuto che rientrava dal permesso premio nel carcere di Avellino

Polizia Penitenziaria - Dieci colpi di pistola in volto al detenuto che rientrava dal permesso premio nel carcere di Avellino


Notizia del 30/03/2016 - AVELLINO
Letto (2666 volte)
 Stampa questo articolo


Avrebbe terminato di scontare la pena a luglio, ma gli hanno sparato una decina di colpi in faccia mentre caricava l’auto per tornare in carcere al termine del permesso premio. Pasquale Izzi, classe '61, era un rapinatore seriale e nel 2008 era finito in galera, attualmente era detenuto nel carcere di Avellino: venerdì era uscito con un permesso premio di cinque giorni per passare le festività pasquali con la famiglia. Doveva tornare in galera stamattina. Era appena uscito di casa ed era arrivato nel parcheggio che si trova alle spalle del civico numero 4 di via Ianfolla. L’area era deserta, Izzi si è avvicinato all’auto, e aveva appena aperto la portiera, quando si sono avvicinate due persone con il volto coperto. Uno ha alzato la pistola e gli ha sparato in faccia.

Un delitto apparentemente inspiegabile. Un giallo sul quale indagano i carabinieri della compagnia Vomero giudata dal capitano Giovanni Ruggiu. Izzi non risulta legato a nessun clan, ma è stato ammazzato  a pochi metri dalla casa di Carlo Lo Russso che secondo gli inquirenti sarebbe al momento il reggente dell’omonimo clan, visto che i fratelli Mario e Salvatore sono in galera. Salvatore, poi, è diventato un collaboratore di giustizia.

Difficile che il delitto possa essere stato organizzato senza l’asssenso della cosca: nessuno si può permettere di agire in quella zona senza che i Lo Russo lo vogliano. Due, quindi, le ipotesi avanzate dagli inquirenti subito dopo l’agguato. La prima: Izzi potrebbe essere stato ammazzato per qualcosa avvenuta molto tempo fa, e qualcuno potrebbe aver deciso di fargli scontare prima il debito contratto con lo Stato per poi saldare i conti della malavita. La seconda: il rapinatore potrebbe aver detto qualcosa di sbagliato proprio in questi ultimi giorni, facendo temere a qualcuno il suo imminente ritorno a casa. In queste ore i carabinieri stanno interrogando tutti gli uomini dei Lo Russo per tentare di trovare la chiave del delitto.

ilmattino.it

Detenuto in permesso premio ucciso a Pasqua: quattro persone arrestate

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

2 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

3 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

4 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

7 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

8 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

9 Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane