Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Dorina Matei torna in semilibertà, ma stavolta con il divieto esplicito di usare Facebook

Polizia Penitenziaria - Dorina Matei torna in semilibertà, ma stavolta con il divieto esplicito di usare Facebook


Notizia del 05/05/2016 - VENEZIA
Letto (1231 volte)
 Stampa questo articolo


Doina Matei torna alla semilibertà con nuove regole: social network banditi e un rapporto più stretto con gli operatori della cooperativa per cui presterà servizio. A disporre la riammissione al programma alternativo alla detenzione è stato il tribunale di sorveglianza di Venezia, lo stesso che ne aveva decretato la sospensione dopo la bufera social.

Lo stop era arrivato l'11 aprile a causa delle foto pubblicate su Facebook dalla romena condannata a 16 anni per omicidio preterintenzionale: il 26 aprile 2007, lungo la banchina della metro A a Termini aveva colpito con la punta di un ombrello Vanessa Russo, perforandole l'occhio sinistro. La ragazza morì poche ore dopo in ospedale per la disperazione dei genitori.

 "Non sapevo di non poter usare Facebook - ha spiegato Doina nel corso dell'ultima udienza - era l'unico modo per rimanere i contatti con i miei figli. Ho capito di aver sbagliato e di aver ferito i familiari di Vanessa Russo". Tra le amicizie social della giovane  c'era anche una ex detenuta della casa di reclusione femminile di Giudecca. Non potrà più scriverle: Doina Matei non potrà più connettersi a internet con il suo cellulare come fatto in passato (237 le pagine di tabulati acquisiti dalla polizia postale di Venezia).

La condotta della donna, che i giudici definiscono "leggera, ai confini della sconsideratezza", non le impedirà di riprendere il programma di semilibertà. Sul lavoro, continuano le toghe del tribunale di sorveglianza di Venezia, la ragazza è stata sempre puntuale. E i permessi sono stati utilizzati solo per rinsaldare i rapporti con la famiglia. I magistrati, allora, hanno deciso di non interrompere quello che nelle dieci pagine di sentenza definiscono un "work in progress". "La proposta di revoca della semilibertà deve essere disattesa"
 e presto sarà stabilito un nuovo programma per Doina Matei.

"Questa decisione ribadisce un importante principio costituzionale - spiega l'avvocato Nino Marazzita, legale della romena - perché il recupero del condannato è e deve continuare a essere uno dei fondamenti della nostra civiltà giuridica. Nel contempo è stata sconfitta la parte più rozza d'Italia, quella che vorrebbe proiettare il paese nel Medioevo".

roma.repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”