Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Dorina Matei torna semilibera? La Procura di Venezia: foto su Facebook non danneggiano la rieducazione

Polizia Penitenziaria - Dorina Matei torna semilibera? La Procura di Venezia: foto su Facebook non danneggiano la rieducazione


Notizia del 03/05/2016 - VENEZIA
Letto (1779 volte)
 Stampa questo articolo


Le foto su Facebook, quei sorrisi esibiti sul social network “non sono un vulnus al processo di rieducazione”. E’ con questa motivazione che la Procura Generale di Venezia ha dato il suo nulla osta al ripristino della semilibertà per Doina Matei, a condizione che non utilizzi in alcun modo i social network. La donna, di origini rumene, era stata condannata a 16 anni di detenzione per aver ucciso, quasi 10 anni fa, la ventitreenne Vanessa Russo con la punta di un ombrello, nella stazione Anagnina di Roma.

Il tribunale di sorveglianza di Venezia si è riservato di decidere sulla richiesta. Nel caso in cui si pronunci favorevolmente, di giorno Matei potrà tornare a lavorare fuori dal carcere. Da un anno a questa parte, infatti, la donna lavora in una pizzeria come cameriera.

Presente in aula, l’imputata ha sostenuto di aver aperto il profilo Facebook per comunicare con il figlio di 10 anni in Romania con il permesso del tribunale di sorveglianza. “Ho capito di aver compiuto una leggerezza – ha ammesso Matei, detenuta nel carcere della Giudecca, nel corso dell’udienza a porte chiuse – non pensavo che per una foto pubblicata su un giornale scoppiasse tutto questo scandalo. Chiedo scusa a tutti, anche alla famiglia di Vanessa Russo, so che non mi perdonerà mai ma la mia è un’espiazione interiore”.

Lo scorso 12 aprile le foto pubblicate su Facebook, che la ritraevano in bikini, sorridente e con le dita in segno di vittoria, le erano costate la revoca della semilibertà. “Ci vorrebbe la pena di morte”, si era sfogato il padre di Vanessa, Giuseppe Russo.

ilfattoquotidiano.it

Posta foto su Facebook, killer dell’ombrello Doina Matei perde la semilibertà e torna in cella

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

5 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

6 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

7 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

8 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

9 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi

10 Sicurezza: Salvini, chiesto a Tria fondi assunzioni. Troppo alta età media agendina,serve piano reclutamenti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 L’elogio funebre di Nicolò Amato a Giuseppe Falcone

8 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook