Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Dozza, è ancora emergenza:troppi detenuti e pochi posti

Polizia Penitenziaria - Dozza, è ancora emergenza:troppi detenuti e pochi posti


Notizia del 07/06/2013 - BOLOGNA
Letto (1752 volte)
 Stampa questo articolo


Dopo i ridimensionamenti post-terremoto torna il problema del sovraffollamento in carcere: il limite di tollerabilità di 882 detenuti è stato superato arrivando a quota 929. E L'arrivo dell'estate peggiorerà la situazione

Torna a crescere, riportando il sovraffollamento a livelli insostenibili, il numero di detenuti rinchiusi alla Dozza. Gli "sfollamenti" periodici pianificati dopo il terremoto, per alleggerire le presenze, sono finiti. A fronte di una capienza teorica di 483 persone - con il limite "tollerabile" di 882 - è stata sfondata quota 900, superata abbondantemente: i detenuti sono 860, le detenute 69. E l’estate - è il timore di sindacalisti, operatori e persone in cella - porterà inevitabilmente all’appesantimento delle condizioni di vita.

L’acqua è già un problema. Quella calda va e viene. Si fanno docce fredde sia nei reparti sia negli alloggi della Polizia Penitenziaria, perennemente sotto organico. La nuova caldaia, installata, non è ancora stata collaudata e non è operativa. Non solo. L’aumento dei consumi ai piani bassi, per lavarsi e per tenere in fresco frutta e verdura, provoca un abbassamento di pressione ai piani alti. Per garantire a tutti l’erogazione si dovrà fare come negli scorsi: ridurre il getto in alcune sezioni, per permettere l’arrivo dell’acqua nelle altre. Questioni quotidiane. E scelte romane che pesano. I già risicati fondi per pagare i detenuti che svolgono lavori

 

interni, garantendo che il carcere funzioni, sono stati tagliati ulteriormente: da 620mila a 500mila euro. Così, ad esempio, non vengono più pagati i detenuti "piantoni", quelli che assistono i compagni di detenzione con problemi di salute e di deambulazione. Vengono utilizzati "volontari" non retribuiti, "con tutto ciò che questo comporta - fanno notare dalla stessa Dozza - anche in termini di equilibri interni e di rapporti di potere". E ancora non è stato individuato un direttore fisso. La direttrice ad interim che regge l’istituto, Claudia Clementi, è ancora costretta a pendolare tra la Dozza e il carcere di Pesaro. "Le è stato prorogato l’incarico di tre mesi - spiegano dal suo staff - poi nessuno sa che cosa succederà".

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

2 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Ma chi siamo?

4 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia

10 Decreto Legislativo n.81/2008: aspetti giuridici delle norme tecniche