Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Droga in carcere durante i colloqui, un arresto e quattro denunce

Polizia Penitenziaria - Droga in carcere durante i colloqui, un arresto e quattro denunce


Notizia del 10/12/2015 - LECCE
Letto (1309 volte)
 Stampa questo articolo



La Polizia Penitenziaria ha sorpreso alcuni familiari di detenuti mentre tentavano di consegnare dosi di droga durante i colloqui. 

Un leccese di 43 anni è stato arrestato e altre quattro persone sono state denunciate per aver tentato di introdurre droga all'interno della Casa Circondariale di Lecce. L'arrestato è Antonio Calò, colto in flagranza di reato dagli agenti della Polizia Penitenziaria mentre cedeva una dose di hashish e una di eroina al fratello detenuto durante un colloquio. 
Gli agenti in servizio di vigilanza presso l’Unità Operativa Colloqui hanno notato il 43enne mentre consegnava un involucro celato negli abiti al familiare detenuto che lo ha nascosto nelle parti intime. Successivamente recuperato a seguito di perquisizione personale, l’involucro è risultato contenere una dose di hashish e una di eroina, poste sotto sequestro dal personale di Polizia Penitenziaria . La convivente del detenuto che era presente al colloquio è stata denunciata.
Nella mattina del 5 dicembre , invece, i baschi azzurri hanno denunciato il diciassettenne G.C. e il proprio padre detenuto G.R., colti in flagranza di reato. Il minore, dopo averlo estratto dalla bocca, ha passato un involucro contenente hashish al genitore che ha tentato di occultarlo allo stesso modo.

Entrambe le operazioni svolte sono state precedute da attività di osservazione protrattasi da tempo a carico dei soggetti detenuti e hanno portato alla perquisizione degli automezzi utilizzati dai familiari per recarsi presso l’istituto di pena, e nel secondo caso alla perquisizione del domicilio di un familiare, tutte con esito negativo.

L’attività compiuta dagli uomini dell’unità operativa Vigilanza Colloqui, coordinati dal Comandante della Polizia Penitenziaria di Lecce Riccardo Secci, rientrano nell’alveo delle più ampie attività di controllo di quello che da sempre rappresenta il canale di elezione da parte dei detenuti per l’ingresso e la successiva cessione di sostanze stupefacenti in ambito penitenziario, ovvero quello dell’introduzione da parte di visitatori dall’esterno tentando di eludere la vigilanza in occasione dei colloqui con i familiari, ed integrano le ordinarie attività connesse alla sicurezza dell’istituto penitenziario.

 

Fonte: Leccesette.it

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario