I tentativi di far entrare droga nel carcere non conoscono limiti. Anche la corruzione di poliziotti penitenziari rientra tra le modalità di accesso. In questo caso la strategia non ha funzion" />

  Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Droga in carcere: un agente penitenziario ha rifiutato la "mazzetta"

Polizia Penitenziaria - Droga in carcere: un agente penitenziario ha rifiutato la


Notizia del 13/07/2012 - LECCE
Letto (3333 volte)
 Stampa questo articolo


 I tentativi di far entrare droga nel carcere non conoscono limiti. Anche la corruzione di poliziotti penitenziari rientra tra le modalità di accesso. In questo caso la strategia non ha funzionato e l'agente penitenziario ha scelto di non cedere alla tentazione di una “mazzetta” . (ndr)

Antonio Lioce ha negato, Domenico Cavalera ha fornito la sua verità al gip del Tribunale di Lecce che ha firmato per gli arresti di entrambi, con l’accusa di detenzione di droga destinata a essere introdotta nel carcere di Lecce, in concorso con altre due persone, Angelo Sinisi e Antonio Fretto, a loro volta accusati anche di istigazione alla corruzione di un agente della Penitenziaria.

Gli interrogatori. I due brindisini hanno affrontato ieri l’interrogatorio di garanzia davanti al giudice per le indagini preliminari Nicola Lariccia, alla presenza del loro difensore, Laura Beltrami, a distanza di cinque giorni dalla notifica dell’ordinanza ai domiciliari (Lioce è stato trasferito in carcere dopo la scoperta di un revolver nel garage della sua abitazione, arresto già convalidato.

Entrambi hanno maturato la decisione di rispondere alle domande, come aveva già fatto Sinisi, ristretto nel penitenziario di Lecce, lì dove avrebbe dovuto essere indirizzata la droga, nascosta in confezioni regalo contenenti profumi maschili, stando all’accusa mossa dalla Procura salentina, partendo dalla denuncia di un assistente della polizia in servizio nella struttura di Borgo San Nicola che ha raccontato di essere stato avvicinato da un detenuto siciliano, Antonio Fretto.

Sarebbe stato questi a proporgli la somma di duecento euro per andare in un bar di Lecce a ritirare un pacco per poi portarlo in carcere a Sinisi. La richiesta-offerta sarebbe stata offerta diverse volte a cavallo tra giugno e luglio dello scorso anno, sino a rilanciare il compenso per il disturbo a cinquecento euro.

http://www.senzacolonne.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

10 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

7 Ma chi siamo?

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia