Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Due detenuti su tre sono malati: il 50% di malattie infettive

Polizia Penitenziaria - Due detenuti su tre sono malati: il 50% di malattie infettive


Notizia del 03/06/2015 - ROMA
Letto (1087 volte)
 Stampa questo articolo


Due detenuti su tre sono malati, per il 48% sono affetti da malattie infettive: uno detenuto su tre ha l'epatite, in riduzione invece i sieropositivi per Hiv. E' sempre allarme tra gli infettivologi per le condizioni delle carceri italiane. E' quanto emerge dalla nuova indagine della Società italiana di medicina e sanità penitenziaria (SIMSPe), onlus che si occupa della tutela della salute dei detenuti che mercoledì prossimo, 3 giugno, fino a venerdì 5 terrà il suo XVI Congresso a Cagliari. A presiederlo sarà Sergio Babudieri, docente di Malattie infettive all'Università di Sassari. "La peculiarità della medicina penitenziaria - spiega - è che anche le persone che sono sane ricadono sotto la giurisdizione del magistrato di sorveglianza che ha la responsabilità della loro salute. Per sapere che una persona non è malata è necessario comunque un atto medico. Quindi stiamo parlando di 60mila persone giornalmente in carcere e di circa 100-110mila che sono transitate nel sistema penitenziario italiano nel corso di ogni anno: una popolazione simile ad una media città italiana che ha una serie di forti esigenze in tema di salute". 

Secondo l'indagine almeno una patologia è presente nel 60-80% dei casi: Le malattie infettive sono quelle più diffuse: a seguire i disturbi psichiatrici (32%), le malattie osteoarticolari (17%), quelle cardiovascolari (16%), problemi metabolici (11%) e dermatologici (10%). "In carcere - conclude il prof. Babudieri - si concentrano persone che hanno comportamenti di vita che sono a rischio dell'acquisizione di una serie di malattie non solo infettive, ma anche di tipo metabolico, come ad esempio obesità, fumo, alcolismo. Da ciò si evince evidentemente che il carcere è un ambito in cui la sanità pubblica può più facilmente intercettare persone che, una volta invece diluite nella popolazione generale, è più difficile incontrare". 

Secondo l'indagine della SIMSPe, che ha studiato i singoli casi dei detenuti che si sono sottoposti a test e controlli (circa il 56%), il tasso di trasmissione stimato dalle persone Hiv+ consapevoli si aggira tra l'1.7% e il 2.4%. Molto più alto, quasi 6 volte superiore, quello stimato dalle persone Hiv+ inconsapevoli, che raggiunge anche il 10%.

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Airola, clamorosa fuga dal carcere minorile. Sappe: evasione prevedibile: sicurezza era al minimo

7 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

8 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

9 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

10 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

3 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

4 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

5 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

6 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

7 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

8 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

9 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato

10 Riordino delle carriere: il Governo tuteli sindacati e co.ce.r. che sostengono il progetto del riordino contro la disinformazione