Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Ebola, massima allerta in carcere

Polizia Penitenziaria - Ebola, massima allerta in carcere


Notizia del 22/10/2014 - BOLZANO
Letto (1821 volte)
 Stampa questo articolo


BOLZANO. Guardia alta contro il possibile contagio di ebola anche in Alto Adige. A partire dal carcere dove le misure di prevenzione e attenzione da sabato sono state alzate ai massimi livelli. A deciderlo, oltre ogni messaggio di massima distensione, è stato direttamente il Ministero della Giustizia nella sua declinazione del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

Chiarissima, infatti, la nota che il provveditore reggente Enrico Sbriglia ha fatto pervenire ai responsabili sanitari delle strutture di detenzione di Venezia, Bolzano, Trento e Trieste.

Il Nord Est intero, insomma, chiamato a raddrizzare le antenne.

«Si invitano i responsabili delle strutture penitenziarie – si legge nel documento inviato, per la Ripartizione Sanità altoatesina, alla dottoressa Alessia Toniatti – a fornire, con cortese urgenza, tutte le migliori istruzioni al fine di rafforzare la tutela sanitaria del personale di Polizia Penitenziaria, del personale detenuto e di quanti, a vario titolo, si relazionano con la stessa struttura per evitare qualsiasi forma di contagio o sviluppo del virus ebola».

Il carcere, come sempre, rappresenta uno dei primi luoghi chiamati alla massima attenzione dai vertici sanitari: prevedibile sia solo il primo di una serie di avvertenze per raccomandare la massima cautela anche sul territorio altoatesino.

Nel frattempo, infatti, simili avvertenze sono arrivate negli ospedali e all’interno dei servizi di assistenza nel mondo del sociale.

Il virus, che ha un periodo di incubazione di 21 giorni, preoccupa diversi territori italiani e gli stessi infermieri, attraverso la loro organizzazione sindacale nazionale, hanno detto di sentirsi impreparati a gestire una possibile emergenza. Mancherebbero, infatti, precise indicazioni sull’utilizzo dei dispositivi di sicurezza e non a caso tra le vittime del contagio in Europa compaiono proprio diversi infermieri. Nemmeno la comunicazione del Ministero, per la verità, presenta particolari didascalie pratiche oltre un generico richiamo alla massima attenzione. Un allegato pare indispensabile. La scorsa settimana anche l’assessore alla sanità Martha Stocker ha tenuto un incontro informativo per sensibilizzare gli operatori potenzialmente coinvolti in caso di possibili contagi.

 

altoadige.geolocal

STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

4 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 Noi, vittime della Torreggiani

7 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

8 L’estate del detenuto

9 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!

10 Le verminose camarille