Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Ecco l''app che rispolvera Cesare Lombroso e promette di determinare la personalità studiando i tratti somatici

Polizia Penitenziaria - Ecco l''app che rispolvera Cesare Lombroso e promette di determinare la personalità studiando i tratti somatici


Notizia del 03/06/2016 - ESTERO
Letto (1374 volte)
 Stampa questo articolo


Sono trascorsi più di cento anni dalla pubblicazione dell'Uomo delinquente di Cesare Lombroso. In uno dei quattro volumi l'antropologo aveva inserito un atlante fotografico nel quale proponeva di usare l'analisi dei tratti somatici per stabilire le caratteristiche proprie dei tipi criminali. 

Gli antropologi nel corso del '900 hanno dimostrato che le tesi lombrosiane sono prive di qualsiasi fondamento scientifico. Oggi, nel 2016, Faception, un'applicazione realizzata da un'azienda di Tel Aviv le rispolvera. Non usa un atlante fotografico per analizzare i volti, ma la computer vision e l'intelligenza computazionale. La startup ha creato un database di quindici classificatori, set di caratteristiche facciali comuni a una determinata tipologia di individui. I dati raccolti, elaborati tramite complessi algoritmi, sono utilizzati per associare a determinati caratteri del viso della persona fotografata, informazioni sulla sua personalità. 

L'azienda di Tel Aviv ha già firmato un contratto con un'agenza di sicurezza nazionale per aiutarla a "identificare" i terroristi. I fondatori hanno dichiarato che nei recenti test portati a compimento, Faception è riuscita a riconoscere nove degli undici attentatori della strage di Parigi del 13 novembre 2015, dei quali solo tre avevano precedenti penali. Il test è stato effettuato utilizzando numerose foto di persone con caratteristiche casuali. "Conosciamo gli essere umani, molto meglio di quanto loro si conoscano gli uni con gli altri - ha detto il cofondatore della startup Shai Gilboa - la personalità è determinata dal DNA  che si riflette nei tratti del viso. È una sorta di segnale". Gli esperti del settore, però, nutrono molti dubbi, non solo di ordine tecnico, ma anche etico e morale. 

Nel film di Stephen Spielberg "Minority Report" la polizia effettua arresti preventivi sulla base delle premonizioni di tre individui dotati di potere extrasensoriali. Con il sistema Faception la fiction potrebbe superare la realtà. In futuro potremmo essere arrestati perché il nostro viso corrisponde alle caratteristiche facciali comuni di un terrorista o di un pedofilo. Ma come accade al protagonista Tom Cruise, anche noi, potremmo essere vittime di una macchinazione o di un errore. Gilboa ha assicurato che non ha intenzione di rivelare al mondo quali siano i tratti negativi sulla base dei quali il sistema stabilisce il tipo criminale, ma il fatto stesso che questi criteri possano essere usati dalle agenzie di sicurezza non è rassicurante.

Per ora la startup è stata testata solo in un torneo di poker. Prima dell'inizio del torneo la tecnologia aveva individuato quattro persone come migliori giocatori. Due di questi sono effettivamente arrivati tra i tre finalisti della competizione. L'analisi è stata fatta confrontando le foto dei cinquanta iscritti con un database di giocatori di poker professionisti. Casualità o scienza? Una domanda alla quale non è facile rispondere. Quello che è certo è che finché questa tecnologia si applica a un gioco, per quanto agonistico, i risultati possono al massimo demoralizzare qualcuno dei partecipanti. Se usato per motivi di sicurezza gli scenari si fanno ben più inquietanti.

repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

8 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

9 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

10 Infame spia degli sbirri: così è iniziato il tentativo di rivolta al carcere minorile di Milano


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera