Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Emergenza carceri: tre anni di emergenza, tre Ministri e la situazione nelle carceri peggiora

Polizia Penitenziaria - Emergenza carceri: tre anni di emergenza, tre Ministri e la situazione nelle carceri peggiora


Notizia del 18/03/2013 - ROMA
Letto (1493 volte)
 Stampa questo articolo


"Prendo atto che una Sigla sindacale confederale dell'Amministrazione Penitenziaria dica di vantare un canale preferenziale di comunicazione con la Ministro della Giustizia Paola Severino, tanto da ricevere in anteprima notizie che dovrebbero essere patrimonio di tutti e non solo di alcuni, come la firma degli assegni una tantum che il Personale di Polizia attende da molti mesi.

Se così fosse, se cioè la Ministro si premura di chiamare solo i Sindacati che le sono evidentemente simpatici, abdica al ruolo di equilibrio ed imparzialità intrinseco nel ruolo del Guardasigilli e calpesta quelle relazioni sindacali che sono frutto di battaglie decennali. Evidentemente la Fornero ha fatto scuola nell'Esecutivo Monti".

Lo dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, la prima e più rappresentativa organizzazione dei Baschi Azzurri in relazione ad un comunicato diffuso dalla Uil Penitenziari dove si dichiara di aver ricevuto una telefonata di cortesia da parte della Ministro Severino per fornire informazioni privilegiate.

"Le soluzioni della Guardasigilli e del Governo tecnico per contrastare la grave emergenza penitenziaria sono risultate inefficaci" prosegue Capece: "sono ormai più di tre anni - era il 13 gennaio 2010 - da quando il fu Governo Berlusconi decretò ufficialmente lo stato di emergenza nazionale conseguente all'eccessivo affollamento degli istituti penitenziari presenti sul territorio nazionale e la situazione. Anche il cambio di Esecutivo e la guida di Mario Monti non hanno cambiato lo stato delle cose.

Anzi, sono peggiorate: dai 64.791 detenuti che c'erano nelle 206 carceri del Paese il 31 dicembre 2009 siamo arrivati a contare 65.906 presenze il 28 febbraio 2013, rispetto ad una capienza regolamentare di poco superiore a 43mila posti letto. Abbiamo più del 39% dei detenuti in attesa di un giudizio, 24mila stranieri in cella, un detenuto su 3 tossicodipendente, il lavoro penitenziario che è un miraggio perché lavorano pochissimi detenuti e 6.000 poliziotti in meno negli organici.

E stare chiusi in cella 20/22 ore al giorno, senza far nulla, nell'ozio e nell'apatia, alimenta una tensione detentiva nelle sovraffollate celle italiane fatta di risse, aggressioni, suicidi e tentativi suicidi, rivolte ed evasioni che genera condizioni di lavoro dure, difficili e stressanti per le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria. Che impatto hanno avuto le riforme della Severino? Anche la scelta dei tecnici per la guida dell'Amministrazione Penitenziaria - il Capo ed il vice Capo Giovanni Tamburino e Luigi Pagano - è risultata fallimentare ed incapace di risolvere i problemi".

Sappeinforma

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

8 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

9 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

10 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

3 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

4 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

5 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

6 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

7 La perquisizione straordinaria

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)