Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Era da 11 anni al 41bis, mio padre non si è suicidato in carcere, parla il figlio di Ribisi

Polizia Penitenziaria - Era da 11 anni al 41bis, mio padre non si è suicidato in carcere, parla il figlio di Ribisi


Notizia del 16/10/2012 - AGRIGENTO
Letto (3939 volte)
 Stampa questo articolo


''Mio padre ha trascorso 20 anni in carcere di cui 11 col regime del 41 bis. Non aveva motivo di suicidarsi proprio ora che poteva sperare in qualche beneficio. Anzi per me potrebbe essere stato ucciso. E' stata aperta un'inchiesta che non e' stata archiviata. Dire che si e' suicidato e' quantomeno un anticipazione del risultato investigativo che ancora non c'e'''.

Lo dice Nicolo' Ribisi, figlio del bosso Pietro, 61 anni (e non 53 come scritto in precedenza) condannato all'ergastolo per l'omicidio del giudice Antonino Saetta e del figlio Stefano, trovato morto giovedi' scorso nella sua cella del carcere di Carinola, in provincia di Caserta. Nicolo' Ribisi lamenta il fatto che il prete di Palma di Montechiaro (Ag) non voglia celebrare il normale funerale in chiesa perche' l'uomo si sarebbe suicidato.

''Mio padre - aggiunge - non stava bene. Non riusciva a dormire. L'ho visto martedi' scorso. Avevamo chiesto di farlo trasferire in un penitenziario con annesso ospedale ma giovedi' e' morto. Il pm ha sequestrato la cella e tutti gli effetti personali di mio padre. Dicono che si e' impiccato. Ma ho visto il suo collo dopo che ci hanno riconsegnato la salma: ha un segno che va verso il basso non verso l'alto. E ha le dita della mano sinistra nere come se avesse tentato di impedire che lo strangolassero''.

Ribisi, venne arrestato nel febbraio '82 dopo due anni e mezzo di latitanza: era ricercato per essersi sottratto agli obblighi del soggiorno obbligato. In tre anni erano stati uccisi tre suoi fratelli. Gioacchino, venne assassinato nel '88 in un agguato nel centro di Palma Montechiaro; gli altri due, Rosario e Carmelo furono uccisi nel luglio '89 da sicari all' interno dell' ospedale di Caltanissetta dove il primo era ricoverato da alcuni giorni dopo essere stato ferito in un agguato. Un altro fratello, Ignazio, accusato di omicidio e' stato poi assolto ma condannato per mafia.

ANSA

Giudice Antonino Saetta: si suicida in carcere uno dei suoi assassini 

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”