Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

Polizia Penitenziaria - Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà


Notizia del 12/01/2018 - BOLOGNA
Letto (1496 volte)
 Stampa questo articolo


Dal carcere, grazie a un telefono cellulare che deteneva illegalmente in cella, coordinava spedizioni punitive, estorsioni, il pestaggio di chi non aderiva alle richieste di denaro e incendi dolosi ai danni di attività commerciali, abitazioni o autovetture. Protagonista Mario Illuminato, detenuto a Bologna dove sta scontando l’ergastolo per l’omicidio del boss camorrista Raffaele Guarino, avvenuto nel 2010 a Medesano, paese della collina parmense. A scoprirlo, i carabinieri del reparto operativo di Parma che hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip a suo carico e nei confronti di un complice che gli riforniva il telefono. Le indagini sono iniziate lo scorso aprile dopo la denuncia di un incendio doloso di un’abitazione di Medesano. L’ordine di appiccare il fuoco, hanno scoperto i militari, era partito da una utenza telefonica in uso nel carcere bolognese della Dozza.

I carabinieri hanno così accertato che Illuminato, dalla cella, ordinava ai suoi collaboratori all’esterno attività estorsive, spedizioni punitive verso chi non aderiva immediatamente alle richieste di denaro e l’incendio di attività commerciali, abitazioni e auto di coloro che, a suo parere, avevano collaborato con gli inquirenti nelle sue vicende giudiziarie. A portargli il telefono in carcere era il suo compagno di cella, un detenuto di origini siciliane condannato anche lui all’ergastolo, ma in semilibertà: al suo rientro nell’istituto penitenziario nascondeva il cellulare eludendo i controlli e permettendo a Illuminato di impartire i propri ordini. I militari, durante l’indagine, hanno messo sotto controllo l’utenza, scongiurando le intimidazioni ordinate dal carcere anticipando le mosse dei collaboratori di Illuminato e appostandosi, `casualmente´, nei luoghi dove dovevano consumarsi. Oltre ai due arrestati, sono coinvolte anche altre tre persone, denunciate all’autorità giudiziaria.

corrieredibologna.corriere.it

 

Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Frosinone, 5 agenti di Polizia Penitenziaria aggrediti da un detenuto

5 Poliziotto aggredito e sequestrato nel carcere di Nisida: detenuti gli rubano le chiavi e aprono le altre celle

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Petardi lanciati nel carcere di San Vittore Francesco Di Cataldo nella notte di capodanno: due Poliziotti penitenziari al pronto soccorso

8 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

9 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

10 Uno Bianca, i fratelli Savi nello stesso carcere


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Gratteri, Ardita, Stati Generali... fino ad oggi sono state ignorate tutte le proposte di riforma della Polizia Penitenziaria ...il 2018 sarà l’anno buono?

3 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

7 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

8 La XVII Legislatura volge al termine. Il futuro è molto incerto

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione