Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Evasi da Rebibbia: uno condannato per omicidio e sequestro l'altro per rapina

Polizia Penitenziaria - Evasi da Rebibbia: uno condannato per omicidio e sequestro l'altro per rapina


Notizia del 15/02/2016 - ROMA
Letto (2328 volte)
 Stampa questo articolo


Hanno lavorato per settimane, forse mesi, per segare le sbarre del magazzino dove svolgevano attività di recupero. Poi, ceduto anche l’ultimo ferro, si sono calati con le lenzuola a disposizione fin giù nel cortile per scavalcare il muro di recinzione e fuggire a bordo del primo autobus di passaggio. Laddove non era riuscito giorni fa a Secondigliano l’ex Nar Pasquale Belsito, hanno avuto successo due romeni detenuti nel reparto G11 del nuovo complesso di Rebibbia. Catalin Ciobanu e Mihai Florin Diaconescu, 32 e 28 anni, sono entrambi romeni condannati uno per omicidio preterintenzionale e sequestro di persona, l’altro per rapina. Sono evasi alle 18.30 di ieri con il piano già in testa.

Evasi da Rebibbia il 14 febbraio 2016

Fuggiti dal locale dove avevano ottenuto il permesso di lavorare, sono passati davanti al nucleo unità cinofile e da lì hanno scavalcato il muro come chissà quante volte avevano fantasticato di fare. La pattuglia della Penitenziaria, l’unica in servizio a quell’ora, li ha notati ma non ha potuto far altro che dare l’allarme quando i due, saliti sul primo autobus di passaggio sulla Tiburtina, già viaggiavano in direzione Tivoli.

Gli agenti che li sorvegliavano li descrivono come «soggetti pericolosi». Catalin Ciobanu, in particolare, venne arrestato dalla polizia a maggio del 2014, ritenuto responsabile del sequestro di persona e dell’omicidio preterintenzionale di Abdel Hamid Mohamed Lashein Ebrahim, l’egiziano 53enne trovato senza vita in un’area rurale sulla Salaria il 28 ottobre dell’anno precedente. La vittima, con le mani legate dietro la schiena, morì a causa di un infarto del miocardio e per Ciobanu e i suoi due complici, Mohamed Hamdy Aref Gebril, egiziano di 27 anni, e Vasilica Laurentiu Lovin, romeno di 22, scattarono le manette.

«La doppia evasione è il prezzo che si paga per avere settemila uomini in meno. La mancanza di organico e i turni da nove ore ognuno non bastano a garantire la necessaria sicurezza – commenta Donato Capece, segretario generale del SAPPE - Nonostante questo, pur avendo pronti 600 agenti idonei non vincitori, non abbiamo l’ok per farli assumere. Stesso discorso per le lenzuola che da anni chiediamo di sostituire con quelle di carta, anche e soprattutto per scongiurare il pericolo di suicidi in cella».

iltempo.it

 

Evasione Rebibbia, Sappe: mancano gli Agenti, sistemi di sicurezza fuori uso, idee e progetti DAP fallimentari

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

4 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

5 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

6 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

7 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

8 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

9 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

10 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

6 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

7 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

8 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

9 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

10 Ministro Orlando vigili affinchè il DAP non ritardi anche nell’attuazione del riallineamento