Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Evasione Cutrì: la perizia dei Ris stabilisce che il fratello fu ucciso da "fuoco amico"

Polizia Penitenziaria - Evasione Cutrì: la perizia dei Ris stabilisce che il fratello fu ucciso da


Notizia del 11/06/2014 - VARESE
Letto (1972 volte)
 Stampa questo articolo


Quella che era un'ipotesi investigativa ora si fa certezza, Nino Cutrì è stato ucciso dal fuoco amico e, più precisamente, da un colpo al collo sparato dall'arma impugnata da Christian Lianza, membro del commando che la mattina del 3 febbraio ha fatto evadere il detenuto Domenico Cutrì mentre stava uscendo dal tribunale di Gallarate, scortato dagli agenti della Polizia Penitenziaria, dopo un'udienza.

A stabilirlo i risultati della perizia balistica del Ris di Parma, depositati in questi giorni presso gli uffici giudiziari di Busto Arsizio. Lianza quella mattina era in stato di ebrezza, aveva bevuto forte sin dal primo mattino e si era presentato col resto del gruppo completamente ubriaco.

Sembra ormai certo il quadro investigativo ricostruito sin dai primi istanti, dai carabinieri e dal sostituto procuratore Raffaella Zappatini. Dopo l'arresto di tutti i membri della banda (Daniele Cutrì, Luca Greco, Christian Lianza, Davide Cortesi, Aristotele Bhune, Danilo Grasso oltre a Carlotta Di Lauro e lo stesso Domenico Cutrì) il quadro si è delineato e così anche i ruoli. Bhune era il finto ostaggio che Daniele Cutrì e Luca Greco tenevano sotto tiro in cima alle scale per convincere gi agenti della Polpen a lasciare libero Mimmo, loro spruzzarono lo spray al peperoncino negli occhi degli stessi agenti di custodia con i quali ebbero una colluttazione.

Nino avrebbe dovuto prendere in consegna il fratello liberato ma, in fondo alle scale nello slargo c'erano Lianza e Cortesi che sparavano all'impazzata per corprire la fuga. Uno di questi proiettili lo ha colpito al collo facendogli perdere subito molto sangue. Il piano, organizzato dallo stesso Nino nei giorni precedenti, finì con un fuggi generale e disordinato del gruppo. Fu Bhune a portare Nino sanguinante fino a casa della madre dei Cutrì dove da lì a poco esalerà l'ultimo respiro. Il resto è noto, l'enorme caccia all'uomo in diverse zone d'Italia e l'arresto di Domenico Cutrì nel covo di Inveruno.

A breve, dunque, il magistrato bustocco dovrebbe chiudere le indagini e formulare le richieste di rinvio a giudizio per la banda Cutrì. Per Lianza si prospetta una modifica del capo d'imputazione e, forse, anche per Mimmo che sembrerebbe essere stato all'oscuro del piano di evasione organizzato dal fratello.

varesenews.it

Evasione Cutrì, i Ris indagano anche sugli Agenti per accertare chi ha sparato al fratello

 

Evasione in un inferno di fuoco, Nino Cutrì ucciso per errore dai complici

 

Tutte le notizia sull'evasione di Cutrì

 

 

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

8 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

9 Airola, clamorosa fuga dal carcere minorile. Sappe: evasione prevedibile: sicurezza era al minimo

10 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato