Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Evasione dal carcere di Avellino: 4 detenuti pericolosi evadono attraverso buco e corde.

Polizia Penitenziaria - Evasione dal carcere di Avellino: 4 detenuti pericolosi evadono attraverso buco e corde.


Notizia del 12/12/2012 - AVELLINO
Letto (4467 volte)
 Stampa questo articolo


''Quattro detenuti lavoranti sono evasi'' dal carcere di Avellino ''procurando un buco nel muro ed avvalendosi di lenzuola con le quali avrebbero scavalcato il muro di cinta'' Ne da' notizia il Sappe (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria), sottolineando che la notizia ''e' indubbiamente motivo di preoccupazione''.

Erano rinchiusi in una sezione del carcere “Giovani adulti”, tutti a quanto pare con condanne gravi. Sembra che il fine pena più breve dei quattro era al 2028. Gli evasi avrebbero procurato un foro di uscita dal bagno della cella rimuovendo un intero blocco di mattoncini e poi si sarebbero calati con un lenzuolo annodato. Raggiunto il muro di cinta, avrebbero posizionato un contenitore dell’immondizia sul quale hanno posato alcune pedane a mo’ di scala.

Uno dei quattro sarebbe stato già catturato dai carabinieri nel potentino, fermato a quanto sembra a bordo di un’auto rubata. Gli altri tre sono ancora in fuga. La Polizia Penitenziaria sta effettuando una vasta battuta a cacciadei tre evasi tra Campania e Basilicata.

''L'interesse primario ora e' partecipare attivamente alle ricerche in collaborazione con le altre Forze di Polizia per catturare i fuggitivi, ma questo episodio conferma ancora una volta le criticita' del sistema carcere'', dice Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. "Da tempo immemore'' il Sappe sostiene l'esigenza ''di definire i circuiti penitenziari differenziati in relazione alla gravita' dei reati commessi, con particolare riferimento al bisogno di destinare, a soggetti di scarsa pericolosita', specifici circuiti di custodia attenuata e potenziando il ricorso alle misure alternative alla detenzione per la punibilita' dei fatti che non manifestano pericolosita' sociale.

Oggi ci sono in carcere 67mila detenuti a fronte di una circa 42mila posti letto, il numero piu' alto mai registrato nella storia dell'Italia. Bisognerebbe dunque percorrere la strada dei circuiti penitenziari differenziati: ma altrettanto necessaria e' una concreta riforma del sistema penale - sostanziale e processuale - che renda piu' veloci i tempi della giustizia''.

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”