Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Evasione dal carcere di Lecce: Triglietta sarà giudicato con il rito abbreviato il 17 maggio

Polizia Penitenziaria - Evasione dal carcere di Lecce: Triglietta sarà giudicato con il rito abbreviato il 17 maggio


Notizia del 20/04/2016 - LECCE
Letto (1289 volte)
 Stampa questo articolo


L'atteso processo con il rito abbreviato per l'evasione dal carcere a carico di Fabio Perrone, soprannominato "Triglietta", si terrà il 17 maggio. La prima udienza si sarebbe dovuta svolgere il 19 aprile, ma in seguito all'accoglimento di una richiesta del legale di Perrone, il gup Carlo Cazzella ha rinviato il processo.

 

L'avvocato Ladislao Massari aveva comunicato di essere impossibilitato a partecipare al processo, poiché impegnato a Roma presso la Corte di Cassazione. L'istanza era sta già presentata già qualche giorno fa, presso la segreteria del giudice, per non ingolfare la macchina organizzativa del carcere. Essa prevede un notevole dispiegamento di forze dell'ordine per la traduzione dal penitenziario di Catanzaro, all'aula bunker di Borgo San Nicola. "Triglietta" risponde dei reati di evasione e detenzione di arma da fuoco.

 

Il 42enne durante l'udienza di convalida dell'arresto, innanzi al gip Vincenzo Brancato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il giudice, l'11 gennaio, ha poi convalidato l'arresto di Perrone. Il suo legale ha eccepito su questa decisione del giudice, ritenendo nullo l'atto, poiché la procura generale non avrebbe comunicato nell'immediatezza, l'avvenuto arresto del suo assistito. Il gip aveva anche disposto la misura cautelare del carcere. Successivamente, il pubblico ministero Stefania Mininni ha chiesto il giudizio immediato (senza udienza preliminare) per Fabio Perrone.

 

Triglietta fuggì durante un accertamento medico presso il "Vito Fazzi", il 6 novembre 2015, per essere poi riacciuffato nel suo paese natale, Trepuzzi  Durante la latitanza, "Triglietta" si è avvalso della copertura e dell'aiuto concreto di una vasta rete di fiancheggiatori, tra cui Stefano Renna, 32enne gestore di un bar proprietario dell'appartamento di via 2 giugno  dove Perrone venne arrestato all'alba del 9 gennaio 2016.

 

Renna, accusato di favoreggiamento e detenzione illegale di armi e munizioni da guerra, chiederà il patteggiamento innanzi al giudice delle indagini preliminari. Infatti, il suo difensore, l'avvocato Luigi Rella ha "concordato" la pena di 3 anni e 6 mesi con il pubblico ministero Mininni. Il patteggiamento verrà discusso sempre in data 17 maggio (giorno in cui si terrà l'abbreviato di Perrone), quando il gup Cazzella stabilirà se ritenete "congrua" la richiesta. 

 

Leccenews24

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale