Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Evasione dall'ospedale: evade un detenuto operato al cuore

Polizia Penitenziaria - Evasione dall'ospedale: evade un detenuto operato al cuore


Notizia del 27/03/2013 - PISA
Letto (2436 volte)
 Stampa questo articolo


Ennesima evasione di un detenuto ricoverato per un intervento al cuore. L'evasione è stata facilitata dal controllo saltuario del detenuto che ha colto l'occasione per tagliare la corda. (ndr)

Un detenuto tunisino di 45 anni, ristretto nel carcere di Pisa e imputato per reati connessi allo spaccio di droga, e' evaso dall'Ospedale di Massa dove era stato ricoverato per un intervento al cuore. Era sottoposto a controlli saltuari da parte della Polizia Penitenziaria che oggi, all'ora di pranzo, non lo ha trovato nel suo letto.

Ne da' notizia Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.
''L'interesse primario ora e' partecipare attivamente alle ricerche in collaborazione con le altre Forze di Polizia per catturare il fuggitivo, ma questo episodio conferma ancora una volta le criticita' del sistema carcere. La coppia di dirigenti a capo dell'amministrazione penitenziaria Tamburino e Pagano, con la scellerata intenzione di introdurre una vigilanza attenuata nelle carceri italiane scendendo a patti con i detenuti, ha ottenuto il solo risultato di raggiungere il record di evasioni e tentate evasioni''. "Mi sembra del tutto evidente che l'Amministrazione e la Polizia Penitenziaria pagano un pesante scotto per le incapacita' gestionali di chi dirige il Dap.

In poche settimane abbiamo contato le evasioni, tentate evasioni, aggressioni, ferimenti. Ed e' sconcertante pensare che il Dap ed il ministro della Giustizia, incapaci in oltre un anno di attivita' di realizzare una vera ed efficace riforma penitenziaria, pensino di continuare a ''mettere una pezza'' quando quello che serve e' una riforma organica del sistema''. ''Le colpe di tutto quel che succede sono ben precise - prosegue il sindacalista - sono di chi fino a pochi giorni fa ha parlato di rivoluzione penitenziaria mentre in realta' il sistema cadeva drammaticamente a pezzi.

Oggi ci sono in carcere 67mila detenuti a fronte di circa 42mila posti letto, il numero piu' alto mai registrato nella storia dell'Italia: il 40% sono in attesa di un giudizio definitivo. Bisognerebbe dunque percorrere la strada dei circuiti penitenziari differenziati: ma altrettanto necessaria e' una concreta riforma del sistema penale - sostanziale e processuale - che renda piu' veloci i tempi della giustizia.''

fonte: Adnkronos 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Candidata con la Bonino, tenta di passare dei soldi ad un detenuto durante una visita in carcere

2 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

6 Erika Stefani, Lega: basta svuota carceri, da Gentiloni ennesimo regalo ai criminali

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

9 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative

10 Sfiorata la sommossa nel carcere di Larino


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Transito a ruolo civile. Č legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio

3 Gruppo Operativo Mobile: Perché? Perché? Perché? Perché?

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Ma chi siamo?

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia