Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Evasione dall'ospedale: evade un detenuto operato al cuore

Polizia Penitenziaria - Evasione dall'ospedale: evade un detenuto operato al cuore


Notizia del 27/03/2013 - PISA
Letto (2195 volte)
 Stampa questo articolo


Ennesima evasione di un detenuto ricoverato per un intervento al cuore. L'evasione è stata facilitata dal controllo saltuario del detenuto che ha colto l'occasione per tagliare la corda. (ndr)

Un detenuto tunisino di 45 anni, ristretto nel carcere di Pisa e imputato per reati connessi allo spaccio di droga, e' evaso dall'Ospedale di Massa dove era stato ricoverato per un intervento al cuore. Era sottoposto a controlli saltuari da parte della Polizia Penitenziaria che oggi, all'ora di pranzo, non lo ha trovato nel suo letto.

Ne da' notizia Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.
''L'interesse primario ora e' partecipare attivamente alle ricerche in collaborazione con le altre Forze di Polizia per catturare il fuggitivo, ma questo episodio conferma ancora una volta le criticita' del sistema carcere. La coppia di dirigenti a capo dell'amministrazione penitenziaria Tamburino e Pagano, con la scellerata intenzione di introdurre una vigilanza attenuata nelle carceri italiane scendendo a patti con i detenuti, ha ottenuto il solo risultato di raggiungere il record di evasioni e tentate evasioni''. "Mi sembra del tutto evidente che l'Amministrazione e la Polizia Penitenziaria pagano un pesante scotto per le incapacita' gestionali di chi dirige il Dap.

In poche settimane abbiamo contato le evasioni, tentate evasioni, aggressioni, ferimenti. Ed e' sconcertante pensare che il Dap ed il ministro della Giustizia, incapaci in oltre un anno di attivita' di realizzare una vera ed efficace riforma penitenziaria, pensino di continuare a ''mettere una pezza'' quando quello che serve e' una riforma organica del sistema''. ''Le colpe di tutto quel che succede sono ben precise - prosegue il sindacalista - sono di chi fino a pochi giorni fa ha parlato di rivoluzione penitenziaria mentre in realta' il sistema cadeva drammaticamente a pezzi.

Oggi ci sono in carcere 67mila detenuti a fronte di circa 42mila posti letto, il numero piu' alto mai registrato nella storia dell'Italia: il 40% sono in attesa di un giudizio definitivo. Bisognerebbe dunque percorrere la strada dei circuiti penitenziari differenziati: ma altrettanto necessaria e' una concreta riforma del sistema penale - sostanziale e processuale - che renda piu' veloci i tempi della giustizia.''

fonte: Adnkronos 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

9 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

9 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

10 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946