Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Evasione ospedale Lecce, Pilagatti del Sappe: basta "turismo carcerario" di detenuti pericolosi

Polizia Penitenziaria - Evasione ospedale Lecce, Pilagatti del Sappe: basta


Notizia del 06/11/2015 - LECCE
Letto (2043 volte)
 Stampa questo articolo


Una nota è stata inviata anche da Federico Pilagatti, segretario nazionale del sindacato, il quale si è scagliato contro il “turismo carcerario”. “Lo abbiamo denunciato in tutti i modi possibili, abbiamo avuto incontri con autorità politiche ed istituzionali a partire dai presidenti della Regione, agli assessori alla sanità per rappresentare la gravità della situazione legata all’accompagnamento di detenuti pericolosi fuori dal carcere per effettuare visite specialistiche.


Infatti il Sappe, a seguito del passaggio della sanità penitenziaria a quella pubblica, ha continuato a denunciare l’aumento impressionante delle uscite dal carcere di pericolosi detenuti per essere accompagnati nelle strutture pubbliche, anche per patologie che potevano essere curate in carcere. 
Ci è stato riferito dai poliziotti penitenziari in servizio al nucleo traduzioni di Lecce che da tempo, era in piedi una polemica con i sanitari dell’istituto penitenziario poiché sempre più spesso venivano inviati presso i presidi sanitari del distretto, detenuti pericolosissimi, sotto scorta, per togliere i punti, oppure un semplice catetere, o peggio ancora per una semplice storta al piede, con questi ultimi che poi al pronto soccorso camminavano benissimo”.

“Ultimo in ordine di tempo è stato, nelle scorse settimane, un accorato appello al prefetto di Lecce per segnalare la situazione e per denunciare il fatto che circa 500mila euro di fondi europei stanziati dalla Regione per ammodernare le apparecchiature sanitarie nel carcere di Lecce e curare i detenuti all’interno del penitenziario, per colpa di inadempienze dell’Asl di Lecce stavano per essere persi”, ha dichiarato amareggiato Pilagatti.

lecceprima.it

 

Chiamata urgente al 118 dal carcere: bisognava controllare una pomata per il detenuto

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Carceri, salta la riforma: primo atto del nuovo Governo

3 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

4 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

9 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Giunge gradito … graditissimo il saluto del Ministro Orlando

6 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

7 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

8 L’elogio funebre di Nicolò Amato a Giuseppe Falcone

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane