Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Evasione Pisa: la fuga era stata pianificata

Notizia del 10/01/2012 - PISA

Evasione Pisa: la fuga era stata pianificata

letto 2114 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Il piano di fuga era stato preparato da tempo e riguardava due persone, poi l'infortunio del detenuto tunisino che ieri si e' fratturato il bacino durante l'evasione dal carcere Don Bosco di Pisa ha costretto Francesco Zazzaro, rapinatore napoletano di 40 anni, a cambiare programma e pianificare altre soluzione per sfuggire alla caccia all'uomo scattata dall'alba di ieri a Pisa.

Sono queste le poche certezze fin qui raccolte dagli investigatori della squadra mobile pisana che stanno indagando sull'evasione. Le indagini della polizia avrebbero accertato che i due detenuti avevano pianificato da tempo la loro fuga, praticando nel corso di piu' giorni il buco nel muro del centro clinico, profondo circa 50 centimetri, dal quale sono passati per uscire all'esterno e scavalcare il muro di cinta della casa circondariale.

Ieri invece, secondo quanto spiegato dall'amministrazione penitenziaria della Toscana, la prima ipotesi era che i due avessero ideato e messo in atto la fuga nel corso della stessa notte, senza un piano premeditato. Secondo quanto appreso, le grosse pietre rimosse dal muro sono tre e gli inquirenti ritengono assai improbabile che cio' possa essere stato fatto in poco tempo e senza farsi notare dalla sorveglianza. Le ricerche di Zazzaro sul territorio sono incessanti e non si esclude che l'uomo possa avere contato anche su qualche complice all'esterno.

Ansa

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”