Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Evasione Rebibbia, Consolo: utilizzate tecniche per creare paura e reazioni spropositate nei cittadini

Polizia Penitenziaria - Evasione Rebibbia, Consolo: utilizzate tecniche per creare paura e reazioni spropositate nei cittadini


Notizia del 15/02/2016 - ROMA
Letto (2104 volte)
 Stampa questo articolo


Investire sulla tecnologia nelle carceri per scongiurare il pericolo evasione. Proprio quella tecnologia che (forse) nel caso dell’evasione di Rebibbia non ha funzionato. È il pensiero di Santi Consolo, capo dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, cioè il vertice delle carceri italiane.

I fuggiaschi di Rebibbia avrebbero segato le sbarre di un magazzino e si sarebbero calati da un muro usando delle lenzuola, per poi darsi alla fuga a piedi sulla via Tiburtina

“Dichiarazioni non in linea con l’allarme”. È Consolo a prendere di petto l’argomento nel suo intervento. “I fatti di ieri sono stati attenzionati con un livello elevato all’opinione pubblica – ha esordito – e con dichiarazioni non in linea all’allarme. Ci sono tecniche per creare paura e reazioni conseguenti. Per prevenire il rischio che qualcuno scappi non possiamo tenere le persone in cella per 24 ore al giorno, in uno stato di sofferenza permanente”.

“A Rebibbia c’erano misure anti-scavalcamento”. La notizia dell’evasione aveva denunciato la presenza di 2 agenti per circa 150 detenuti nel reparto. Consolo corregge i numeri, ma non la sostanza: “I dati provvisori indicano che nel Padiglione G11 al momento dell’evasione c’erano più di 300 detenuti e forse 9 agenti presenti, ma sono in corso delle indagini”. Davanti alle telecamere, a margine dell’incontro, il magistrato appare più conciliante.

“Il numero dei poliziotti penitenziari - sottolinea - è effettivamente inadeguato e va potenziato. Soprattutto necessitiamo di maggiori fondi per un controllo e una vigilanza che si affida ai nuovi sistemi di allerta: anti-scavalcamento e allarmi vicino ai muri di cinta. Misure predisposte a Rebibbia: stiamo verificando come mai non c’è stato questo allarme che si sarebbe dovuto allertare. Bisognerà vedere se erano stati collocati a regola d’arte e se le manutenzioni sono state fatte correttamente”.

iltirreno.gelocal.it

 

Evasione Rebibbia, Sappe: mancano gli Agenti, sistemi di sicurezza fuori uso, idee e progetti DAP fallimentari

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

8 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

9 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

2 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Le proteste pretestuose

9 Il ''malvezzo'' lo rispediamo al mittente

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!