Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Evasione Rebibbia, Consolo: utilizzate tecniche per creare paura e reazioni spropositate nei cittadini

Polizia Penitenziaria - Evasione Rebibbia, Consolo: utilizzate tecniche per creare paura e reazioni spropositate nei cittadini


Notizia del 15/02/2016 - ROMA
Letto (1904 volte)
 Stampa questo articolo


Investire sulla tecnologia nelle carceri per scongiurare il pericolo evasione. Proprio quella tecnologia che (forse) nel caso dell’evasione di Rebibbia non ha funzionato. È il pensiero di Santi Consolo, capo dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, cioè il vertice delle carceri italiane.

I fuggiaschi di Rebibbia avrebbero segato le sbarre di un magazzino e si sarebbero calati da un muro usando delle lenzuola, per poi darsi alla fuga a piedi sulla via Tiburtina

“Dichiarazioni non in linea con l’allarme”. È Consolo a prendere di petto l’argomento nel suo intervento. “I fatti di ieri sono stati attenzionati con un livello elevato all’opinione pubblica – ha esordito – e con dichiarazioni non in linea all’allarme. Ci sono tecniche per creare paura e reazioni conseguenti. Per prevenire il rischio che qualcuno scappi non possiamo tenere le persone in cella per 24 ore al giorno, in uno stato di sofferenza permanente”.

“A Rebibbia c’erano misure anti-scavalcamento”. La notizia dell’evasione aveva denunciato la presenza di 2 agenti per circa 150 detenuti nel reparto. Consolo corregge i numeri, ma non la sostanza: “I dati provvisori indicano che nel Padiglione G11 al momento dell’evasione c’erano più di 300 detenuti e forse 9 agenti presenti, ma sono in corso delle indagini”. Davanti alle telecamere, a margine dell’incontro, il magistrato appare più conciliante.

“Il numero dei poliziotti penitenziari - sottolinea - è effettivamente inadeguato e va potenziato. Soprattutto necessitiamo di maggiori fondi per un controllo e una vigilanza che si affida ai nuovi sistemi di allerta: anti-scavalcamento e allarmi vicino ai muri di cinta. Misure predisposte a Rebibbia: stiamo verificando come mai non c’è stato questo allarme che si sarebbe dovuto allertare. Bisognerà vedere se erano stati collocati a regola d’arte e se le manutenzioni sono state fatte correttamente”.

iltirreno.gelocal.it

 

Evasione Rebibbia, Sappe: mancano gli Agenti, sistemi di sicurezza fuori uso, idee e progetti DAP fallimentari

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?