Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Ex Agente di Polizia Penitenziaria vive da tre anni in strada

Polizia Penitenziaria - Ex Agente di Polizia Penitenziaria vive da tre anni in strada


Notizia del 31/01/2014 - RIMINI
Letto (5050 volte)
 Stampa questo articolo


Franco, 48 anni, ex appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria destituita dal servizio per ragioni disciplinari, da tre anni vive in una tenda nascosta in un cespuglio in un parco del centro di Rimini.

 
Come racconta, dopo la perdita del suo lavoro, ha fatto un po’ di tutto, ma da tre anni non riesce più a trovarne, e non riuscendo a pagare l’affitto dell’appartamento, ha preferito andarsene prima di subire la vergogna dello sfratto. “Ho fatto l’operaio, l’inserviente, lo stagionale l’ultima volta nell’estate 2011 a Milano Marittima, e mille lavori diversi”. Non vuole rivelare il proprio cognome, ma si lascia fotografare.
 
Franco è nato a Genova ed è stato cresciuto da una famiglia adottiva; ha vissuto con la madre a Santarcangelo per 38 anni, fino a quando la madre è mancata. “Non sono un clochard,  non ho mai chiesto l’elemosina. Qualche volta sono andato alla mensa della Caritas, ma non ci vado volentieri. A volte incontro ex carcerati che ho conosciuto quando lavoravo come agente”. Ma come si mantiene senza avere introiti? “All’inizio mi hanno aiutato gli amici poi con il passare del tempo le cose si sono fatte più difficili. Ma ho trovato anche comprensione.
 
Ho subìto un controllo del Corpo forestale, me ne sono andato dal mio rifugio precedente, spostandomi poco lontano”. Nella sua tenda non c’è acqua potabile, né gas; unica cosa un fornellino. “Mi arrangio, ma d’inverno è dura, soprattutto quando ci si ammala e le medicine necessarie non le passa la mutua. Ho subito anche un furto”. Franco non ha chiesto un alloggio popolare: “Tanto li danno agli stranieri, e poi sono sano, non ho malattie né figli a carico, non me lo trovano”. Il Comune, sollecitato dal consigliere Pazzaglia, gli aveva proposto tre mesi di alloggio nell’albergo sociale. “Ho rifiutato: devi rientrare alle 23, non puoi fumare né scaldarti un caffé, non fa per me. So che il lavoro è una chimera per tanti, ma io sono disposto a qualunque mansione. 
 
Fonte: www.ilrestodelcarlino.it
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta