Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Ex agente penitenziario da fuoco alla cella e tenta di sgozzarsi

Notizia del 06/07/2012 - SASSARI

Ex agente penitenziario da fuoco alla cella e tenta di sgozzarsi

letto 3652 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Prima ha dato fuoco alla cella scatenando il terrore tra gli altri detenuti e costringendo la Polizia Penitenziaria a evacuare un’intera sezione. Poi, utilizzando a mo’ di manganello la gamba di un tavolino, ha minacciato gli agenti che gli andavano incontro con l’estintore. E infine, pur di non essere bloccato nel suo fare delirante, si è provocato un taglio sul collo sfiorando la giugulare.
 
Vivo per miracolo. Quella di ieri è stata una giornata di altissima tensione nel carcere di San Giovanni. L’ennesima. Solo che stavolta a dare in escandescenze non è stato un ospite qualsiasi dell’istituto di pena, ma un personaggio piuttosto noto per via di un fatto di cronaca nera che, esattamente due anni fa, aveva destato molto scalpore. Si tratta di Luigi Salaris, 57 anni, di Usini, un ex agente della Polizia Penitenziaria condannato a due anni e sei mesi di reclusione per atti persecutori e lesioni personali aggravate nei confronti di alcuni familiari.
 
Per la precisione, il 19 luglio del 2010 l’uomo aveva affrontato l’ex moglie che tornava a casa, sfregiandola con una taglierina. Una scena drammatica ripetuta più volte sino a quando la figlia, nel tentativo di mettere fine a quel massacro, si era anche lei ferita. Tutto era poi terminato con uno scontro fisico con il figlio più piccolo e con la fuga di Salaris, rintracciato ben presto dai carabinieri.
 
In congedo anticipato per problemi di salute, l’uomo non era nuovo a episodi del genere. Cinque anni fa, di ritorno dall’udienza di separazione in tribunale, aveva aggredito con calci e pugni sempre l’ex moglie, in mezzo alla strada. Poi l'aveva afferrata per la gola e ancora una volta la figlia, lì presente, si era messa a difesa della madre colpendo il padre alla testa sino a fargli mollare la presa..
 
Ieri mattina alle 11 Salaris ha purtroppo dato una nuova prova della sua instabilità. Pare che a suscitare la sua ira sia stata la notizia di un’udienza saltata a causa dello sciopero degli avvocati. «Ci dispiace, oggi non ci sarà nessuna traduzione in tribunale», gli hanno detto gli ex colleghi. E subito dopo lui ha preso un accendino cominciando a dar fuoco a tutto ciò che aveva attorno. Immediato l’intervento della Polizia Penitenziaria, che da una parte utilizzava gli estintori, dall’altra trasferiva il resto dei detenuti perché l’aria si stava facendo irrespirabile. Una volta entrati dentro la cella in fiamme, gli agenti si sono trovati un uomo che voleva farla finita tagliandosi la vena del collo con una lametta. Fortunatamente non ci è riuscito.
 
«Siamo in piena emergenza - commenta Antonio Cannas, segretario provinciale del Sappe -, dateci subito altre forze perché la situazione qui a San Giovanni non è più sostenibile».
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE SARDEGNA
Statistiche carceri Regione Sardegna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso imminente per 540 Agenti di Polizia Penitenziaria riservato ai VFP1 e VFP4

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

5 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 Riordino: tra formiche e grilli lamentosi

3 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Riordino vuol dire mettere ordine

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna