Aprile 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2017  
  Archivio riviste    
Fabrizio Corona non tornerà in carcere: corruzione ad Agente penitenziario è stata calcolata come continuazione di reato

Polizia Penitenziaria - Fabrizio Corona non tornerà in carcere: corruzione ad Agente penitenziario è stata calcolata come continuazione di reato


Notizia del 27/09/2016 - MILANO
Letto (2227 volte)
 Stampa questo articolo


L’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona continuerà a scontare il cumulo di pene residuo, poco più di 5 anni, in affidamento in prova ai servizi sociali. È questo l’effetto pratico della decisione del gip di Milano Ambrogio Moccia che ha riconosciuto all’ex agente fotografico la continuazione tra i reati di estorsione, tentata estorsione e bancarotta per i quali è stato condannato in via definitiva.

Il giudice, che ha accolto la richiesta del pm, non ha però dato il via libeta alla continuazione tra i tre reati e la corruzione (la corruzione ad un poliziotto penitenziario) e cosè la pena residua è aumentata di circa 8 mesi rispetto al precedente calcolo sul cumulo pene. L’aumento mantiene comunque la pena residua (4 anni e 5 mesi più gli altri 8 mesi) sotto i 6 anni, e dunque permette a Corona di proseguire con l’affidamento in prova ai servizi sociali. Altrimenti l’ex agente fotografico avrebbe dovuto tornare in carcere per scontare la pena.

Fabrizio Corona, stando a quanto si è appreso, era «molto preoccupato di finire in carcere» e, dopo la decisione del gip da poco notificata ai legali, si è «tolto un gran peso». «Sono cambiato. Per favore fatemi continuare il mio percorso di recupero in affidamento ai servizi sociali», aveva detto nell’udienza davanti al giudice sei giorni. Corona è stato condannato per estorsione nei confronti dell’ex bomber della Juventus, David Trezeguet, per tentata estorsione per la vicenda dei cosiddetti ‘fotoricatti’, per bancarotta per il crac della sua agenzia fotografica e per aver corrotto una guardia penitenziaria per fare entrare in carcere una macchina fotografica, quando era stato arrestato nell’inchiesta ‘Vallettopoli’. Lo scorso 27 ottobre l’ex re dei paparazzi (prima scarcerato dopo 2 anni e mezzo di detenzione e poi affidato alla comunità di Don Mazzi) è potuto tornare a vivere nella sua casa di Milano dopo aver ottenuto l’affidamento in prova «sul territorio».

giornalettismo.com

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Arresti centro migranti di Capo Rizzuto: Poliziotto penitenziario consegnava pizzini agli ''ndranghetisti del carcere di Siano

2 SISSY TROVATO MAZZA, la famiglia respinge la tesi del suicidio: indagini verso la chiusura?

3 Indagato l''ex direttore del carcere di Padova: sotto indagine il declassamento dall''alta sicurezza di 12 detenuti

4 Pavia, ambulante vendeva berretti della Polizia Penitenziaria senza licenza. Condannato a 5 mesi e 10 giorni di reclusione

5 Poliziotti penitenziari coinvolti nel caso Cucchi citano i Ministeri della Giustizia, Difesa e Interni: il GUP accoglie la richiesta

6 Primo avvocato pentito di camorra: sfruttava il suo incarico da difensore per far circolare i messaggi tra i boss

7 Poggioreale, hashish nascosto nelle suole delle scarpe. Polizia Penitenziaria denuncia cinque persone

8 Catturato detenuto tunisino e islamico radicalizzato: era evaso da permesso premio, Poliziotto penitenziario lo riconosce in stazione

9 Ristrutturazioni in corso nel carcere di Cuneo per ospitare di nuovo detenuti al 41-bis

10 Lucera, in fiamme auto di un poliziotto penitenziario


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Concorso 800 posti da assistente giudiziario, 300mila le domande: la Polizia Penitenziaria e il DAP in prima linea per gestire un modello innovativo di prove concorsuali

2 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

3 Quanto fa guadagnare il servizio di polizia stradale della Polizia Penitenziaria al Ministero della Giustizia?

4 Riordino delle Carriere: Il parere delle Commissioni parlamentari

5 Vigilanza dinamica e affettività in carcere diventano legge

6 La lenta e costante agonia dell’Amministrazione Penitenziaria

7 Operazione antidroga di NIC Polizia penitenziaria e Carabinieri: arresti a Rebibbia

8 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

9 Preso anche il terzo e ultimo evaso di Firenze Sollicciano

10 Skype per i mafiosi al 41-bis: arrivano puntuali le smentite, ma per i mafiosi in alta sicurezza come la mettiamo?