Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Fabrizio Corona non tornerà in carcere: corruzione ad Agente penitenziario è stata calcolata come continuazione di reato

Polizia Penitenziaria - Fabrizio Corona non tornerà in carcere: corruzione ad Agente penitenziario è stata calcolata come continuazione di reato


Notizia del 27/09/2016 - MILANO
Letto (2527 volte)
 Stampa questo articolo


L’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona continuerà a scontare il cumulo di pene residuo, poco più di 5 anni, in affidamento in prova ai servizi sociali. È questo l’effetto pratico della decisione del gip di Milano Ambrogio Moccia che ha riconosciuto all’ex agente fotografico la continuazione tra i reati di estorsione, tentata estorsione e bancarotta per i quali è stato condannato in via definitiva.

Il giudice, che ha accolto la richiesta del pm, non ha però dato il via libeta alla continuazione tra i tre reati e la corruzione (la corruzione ad un poliziotto penitenziario) e cosè la pena residua è aumentata di circa 8 mesi rispetto al precedente calcolo sul cumulo pene. L’aumento mantiene comunque la pena residua (4 anni e 5 mesi più gli altri 8 mesi) sotto i 6 anni, e dunque permette a Corona di proseguire con l’affidamento in prova ai servizi sociali. Altrimenti l’ex agente fotografico avrebbe dovuto tornare in carcere per scontare la pena.

Fabrizio Corona, stando a quanto si è appreso, era «molto preoccupato di finire in carcere» e, dopo la decisione del gip da poco notificata ai legali, si è «tolto un gran peso». «Sono cambiato. Per favore fatemi continuare il mio percorso di recupero in affidamento ai servizi sociali», aveva detto nell’udienza davanti al giudice sei giorni. Corona è stato condannato per estorsione nei confronti dell’ex bomber della Juventus, David Trezeguet, per tentata estorsione per la vicenda dei cosiddetti ‘fotoricatti’, per bancarotta per il crac della sua agenzia fotografica e per aver corrotto una guardia penitenziaria per fare entrare in carcere una macchina fotografica, quando era stato arrestato nell’inchiesta ‘Vallettopoli’. Lo scorso 27 ottobre l’ex re dei paparazzi (prima scarcerato dopo 2 anni e mezzo di detenzione e poi affidato alla comunità di Don Mazzi) è potuto tornare a vivere nella sua casa di Milano dopo aver ottenuto l’affidamento in prova «sul territorio».

giornalettismo.com

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Aumenti contrattuali e arretrati: per il Sappe sono inaccettabili i ritardi. Se non saranno in busta paga aprile mobilitazione del personale

2 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

3 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

4 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

5 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Per il Garante dei Detenuti se non condividi la riforma, o non l’hai letta o non l’hai capita

8 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

9 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico