Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
False perizie per far uscire detenuti dal carcere. condannati un avvocato e due medici

Polizia Penitenziaria - False perizie per far uscire detenuti dal carcere. condannati un avvocato e due medici


Notizia del 08/03/2015 - ROMA
Letto (2717 volte)
 Stampa questo articolo


Pezzi di carta per dimostrare malattie che non c'erano e far uscire le persone dal carcere. Perizie giurate in cui di vero c'era poco o nulla e che erano comunque utili a dichiarare la incompatibilità con la detenzione. È finito con 4 condanne e tre assoluzioni il processo su un giro di corruzione a Roma che ruotava attorno ad un noto legale della Capitale e ad alcuni medici. In pratica alcuni clienti particolari si vedevano aprire le porte del carcere e ottenevano in modo facile il ricovero in strutture ospedaliere.

In particolare i giudici della VII sezione penale del tribunale di piazzale Clodio hanno condannato a 3 anni e quattro mesi l'avvocato Marco Cavaliere. Sentenza di colpevolezza anche per i medici Arcangelo Italiano e Valerio Di Tullio. Il primo ha avuto 3 anni e l'altro 1 anno e 6 mesi. Tre anni ha preso anche il presunto trafficante di droga Mario Di Gregorio. La vicenda, nel febbraio 2013, fu oggetto di una ordinanza di custodia cautelare.

Le accuse contestate a vario titolo erano quelle di corruzione e falsa perizia. L'aggravante del metodo mafioso, ipotizzata in una prima fase, è caduta da tempo con i diversi giudici che hanno deciso sulle misure cautelari. La VII sezione penale ha assolto il cardiologo e perito del tribunale, Alfonso Sestito; il trafficante Carmine Bongiorno e l'albanese Voli Edmund Gvock.

Agli imputati condannati il tribunale ha inflitto la pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Inoltre per Italiano, medico del centro igiene mentale di una Asl di Roma, ha disposto la cessazione del rapporto lavorativo con la struttura sanitaria. Le contestazioni operate dai pubblici ministeri partono dall'ottobre del 2012. Secondo l'accusa l'avvocato Cavaliere, attraverso la collaborazione dei periti in forze al tribunale di Roma, era riuscito a far apparire come incompatibili con il regime carcerario le condizioni di alcuni detenuti.

Secondo l'accusa a usufruire del "beneficio" erano stati Mario De Gregorio, implicato in indagini su un traffico di droga, e il l'abanese Voli, che stava in carcere perché condannato a 23 anni di reclusione per omicidio. L'avvocato Cesare Placanica, difensore di Cavaliere, ha spiegato: "Siamo veramente stupiti della decisione, perché l'istruttoria aveva a nostro parere dimostrato la piena estraneità alle accuse. Tengo poi a precisare che per la vicenda di Bongiorno il mio assistito è stato assolto. Attendiamo ora le motivazioni della sentenza". Secondo le indagini della Procura e della polizia la scelta dei pregiudicati che potevano usufruire della rete di rapporti e si basava esclusivamente sulle possibilità di poter "pagare tutti gli anelli della catena corruttiva". Ai medici poi era demandato il compito di effettuare false perizie che consentissero al detenuto di ottenere i benefici di legge. A far scattare le indagini sono state le dichiarazioni di un pentito. Il calendario delle visite era deciso dallo stesso paziente e gli incontri duravano al massimo due minuti nei quali il professionista doveva esaminare il paziente, redigere un certificato e riscuotere i soldi.

Askanews

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

8 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

9 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

10 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera