Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Fiamme Azzurre, Silvia Salis assolta dal Tribunale Nazionale Antidoping: non ha eluso i controlli

Polizia Penitenziaria - Fiamme Azzurre, Silvia Salis assolta dal Tribunale Nazionale Antidoping: non ha eluso i controlli


Notizia del 26/03/2016 - ROMA
Letto (987 volte)
 Stampa questo articolo


Ora Silvia Salis può finalmente concentrarsi sull'Olimpiade di Rio. Il Tribunale Nazionale Antidoping ha assolto la martellista genovese dall'accusa di elusione dei controlli antidoping che la vedeva coinvolta insieme ad altri 25 atleti azzurri.

Dopo l'udienza di venerdì 18 marzo oggi il Tna ha emesso oggi le prime sentenze relative ai procedimenti aperti in seguito all'indagine "Olimpia", svolta dalla Procura della Repubblica di Bolzano ed agli esiti degli accertamenti svolti in ambito sportivo.

In base all'articolo 29.1 delle NSA, olte che per Silvia Salis il TNA ha disposto l'assoluzione per la violazione dell'articolo 2.3 delle Norme Sportive Antidoping, dei tesserati FIDAL: Daniele Meucci, Fabrizio Donato, Daniele Greco, Ruggero Pertile, Andrew C. Howe, Anna Incerti e Andrea Lalli.

Come si legge sul sito del Coni a questo punto «Il Tribunale dispone la trasmissione alla Procura Antidoping della presente decisione e di tutti gli atti del procedimento affinché valuti le responsabilità, per la violazione dell’art. 3 delle NSA, che emergono dalle dichiarazioni rese dalla teste Rita Bottiglieri all’udienza del 18 marzo 2016».

«Cosa ho provato quando ho saputo della sentenza? Gioia immensa e grande orgoglioper il modo in cui io e gli altri atleti abbiamo affrontato questa vicenda. Sapevo di essere innocente. La nostra parola chiave è stata “coraggio”. Ora darò il massimo per qualificarmi per Rio», ha detto l’atleta ligure.

In un comunicato, Salis e gli altri sette atleti assolti hanno scritto così:

«Tutti insieme abbiamo trascorso mesi terribili, sottoposti allo sguardo indagatore dell’opinione pubblica che faticava a comprendere la differenza fra la nostra accusa e il reato di doping, la peggior macchia per un atleta. Ma noi abbiamo avuto il coraggio di continuare ad allenarci con impegno e caparbietà, con tutte la fatica psicologica che questo ha comportato, senza cedere mai un solo momento alla disperazione e all’autocommiserazione. Noi atleti accusati di aver volutamente eluso i controlli antidoping ci sentiamo orgogliosi, ora che tutti 8 siamo stati assolti da qualunque colpa, di aver avuto il coraggio di combattere uniti contro un’accusa che sapevamo bene essere priva di ogni fondamento. Siamo orgogliosi di aver avuto il coraggio di non piegare la testa e attendere inermi il verdetto ma di esporci affinché le luci non si spegnessero e verità fosse fatta. Ora noi 8 siamo stati tutti assolti e riteniamo sia stata tracciata una strada che non potrà essere non seguita per quanto concerne la sorte dei nostri colleghi e amici. Ci aspettiamo ora che l’emergere finalmente della verità sia scritto a carattere cubitali “NOI NON C’ENTRIAMO NULLA COL DOPING”. Fabrizio Donato Daniele Greco Andrew Howe Anna Incerti Andrea Lalli Daniele Meucci Ruggero Pertile Silvia Salis»

ilsecoloxix.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 L’estate del detenuto

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!