Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Francia: record di sovraffollamento nelle carceri

Notizia del 20/12/2011 - ESTERO

Francia: record di sovraffollamento nelle carceri

letto 1851 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

 Mai ci sono state tante persone incarcerate in Francia. Secondo le statistiche mensili dell’amministrazione penitenziaria (AP), il numero di detenuti nelle prigioni francesi ha battuto, il 1° dicembre, un nuovo record storico, con 65262 persone incarcerate. L’istituto penitenziario, che conta 57255 posti, è dunque nettamente sovraffollato con un tasso d’occupazione del 113,9% (113% il 1° novembre).

Le statistiche di dicembre rappresentano un aumento del 6,2% in rapporto al dicembre 2010 (61473), e dello 0,9% in rapporto al 1° novembre 2011 (64711), precisa l’AP in un comunicato.

Record battuto malgrado 12 nuove prigioni
Nel dettaglio, il numero di imputati (in attesa di giudizio) si innalza a 16587, ossia il 25,4% delle persone incarcerate. I detenuti minorenni sono 750, in aumento dell’8,7% in rapporto al mese precedente (690). Essi rappresentano l’1,1% delle persone incarcerate. Infine, 10698 persone beneficiano di commutazione di pena (semi-libertà, braccialetto elettronico, ecc…), dispositivo che è progredito del 25,4% in un anno e del 43,7% in due anni.
 
Già, nel giugno scorso, il record d’incarcerazioni era stato battuto con 64971 persone rinchiuse. Questo sovraffollamento carcerario non è dunque stato impedito dalle costruzioni di prigioni, iniziate dal governo. Non meno di dodici stabilimenti penitenziari hanno aperto le loro porte tra il 2008 e il 2011 (Mont-de-Marsan, Saint-Denis de la Réunion, Roanne, Lyon-Corbas, Nancy-Maxéville, Poitiers-Vivonne, Béziers, Le Mans, Bourg-en-Bresse, Rennes-Vezin, le Havre e Lille-Annoeullin).
 
Il governo vuole più prigioni
Quest’aumento del 12,3% della capacità operativa dell’istituto penitenziario non ha dunque saputo colmare le mancanze già stabilitesi da lunga data. Per tentare di ridimensionare la situazione, il governo prevede la costruzione di più di 20000 posti di prigione supplementari per fine 2017, nell’ottica di un istituto carcerario di 80000 posti.
 
Con grande dispiacere dell’Osservatorio internazionale delle prigioni (OIP), un’associazione di difesa dei diritti dei detenuti, che ha chiamato i parlamentari a votare contro la legge di programmazione che prevede questo nuovo aumento, “economicamente costoso” e, secondo lui, “contro produttivo in termini di prevenzione della recidiva”. Nel suo primo rapporto dopo sei anni, pubblicato la settimana scorsa, l’OIP stima inoltre che le condizioni di detenzione non avevano conosciuto maggior progresso questi ultimi anni.
*articolo tradotto da Davide Rocco e tratto da Liberation
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

9 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”