Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
G8 Genova, Sabella contro il GOM: "... pensavo fossero stati corretti, quando ho scoperto cosa avevano fatto mi sono sentito uno schifo"

Polizia Penitenziaria - G8 Genova, Sabella contro il GOM:


Notizia del 13/04/2015 - ROMA
Letto (3296 volte)
 Stampa questo articolo


Da più parti in questi giorni il magistrato prestato alla politica Alfonso Sabella, chiamato da Ignazio Marino all'indomani di mafia capitale a ricoprire l'incarico di assessore alla Legalità, è stato tirato in ballo per il suo ruolo durante i giorni del G8 genovese del 2001 e alla luce della sentenza di Strasburgo che ha riconosciuto l'Italia responsabile di tortura contro i manifestanti inermi nella scuola Diaz. All'epoca dei fatti Sabella era a capo del servizio ispettivo del Dap (Dipartimento di amministrazione penitenziaria), e proprio mentre emergevano le violenze all'interno della Diaz e della caserma di Bolzaneto Sabella dichiarava: "A Genova l'operato degli agenti penitenziari è stato esemplare".

Ora a distanza di 14 anni Sabella si difende con una lunga intervista rilasciata al quotidiano la Repubblica. "A Genova sono successe cose molto strane - ha dichiarato l'assessore -Io ho avuto il torto di rivelare ai pm il piano, secondo me folle, degli arresti preventivi. E i servizi me l'hanno fatta pagare cancellando i tabulati del mio cellulare". Si considera la vittima di un complotto Sabella, oggetto di "un'ordinanza infamante che ha archiviato la mia posizione, nonostante io sia l'unico del G8 che non solo ha rinunciato alla prescrizione ma si è anche opposto alla richiesta di archiviazione. Ecco perché adesso spero che qualcuno mi denunci: fra gli indagati di allora io sono il solo ancora processabile. Così potrò finalmente cancellare questa macchia che ha devastato la mia vita e bloccato la mia carriera di magistrato".

Ci va giù pesante Sabella parlando di una "regia politica" che "cercava il morto" e di un piano "che faceva acqua da tutte le parti". E quando viene interrogato sulle violenze nella caserma di Bolzaneto dove operava la Polizia Penitenziaria si difende così: "Non ero lì quando i pestaggi si verificarono, ma a Forte San Giuliano, dove non è successo niente. Lo dimostrano i tabulati dei 4 telefoni cellulari che usavo quel giorno. Chiesi ai magistrati di Genova di controllare i miei spostamenti, perché ogni sospetto fosse dissipato. Ma quando dopo 9 mesi furono finalmente acquisiti, il traffico relativo alla ‘cella' territoriale che io occupavo durante le violenze era sparito". E chi sarebbe stato a cancellare i dati dei tabulati? Sabella non ha peli sulla lingua "penso ai servizi".

E rispetto a quelle dichiarazioni a caldo in cui difendeva l'operato dei Gom (i reparti speciali addestrati a sedare rivolte nelle carceri), Sabella se le rimangia difendendo la sua buona fede di 14 anni fa "pensavo fossero stati corretti. Quando ho scoperto cosa avevano fatto, mi sono sentito uno schifo".

 

fonte: fanpage.it

http://roma.fanpage.it/tortura-al-g8-sabella-si-scusa-per-aver-difeso-gli-agenti-in-azione-a-bolzaneto

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

8 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Riordino: Ispettori di Polizia Penitenziaria favoriti nella progressione di carriera?


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato