Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Gestivano poker all’’interno del carcere: condannati due detenuti del carcere di Ferrara

Polizia Penitenziaria - Gestivano poker all’’interno del carcere: condannati due detenuti del carcere di Ferrara


Notizia del 03/04/2015 - FERRARA
Letto (1633 volte)
 Stampa questo articolo


Due detenuti del carcere ferrarese dell'Arginone, sono stati condannati per estorsione e tentata estorsione dopo che la Polizia Penitenziaria hascoperto un giro di poker e azzardo nella casa circondariale che aveva innescato questo pericoloso circolo di pagamenti e aggressioni. 

I fatti risalgono alla primavera di tre anni fa, come riporta la Nuova Ferrara, quando un detenuto aggredito nella lavanderia dell’Arginone venne soccorso da altri carcerati.

Un episodio che aveva fatto emergere una vicenda di gioco d’azzardo all’interno della casa circondariale, dove chi perdeva o non rispettava le regole (a ben vedere inventate) doveva pagare facendo la spesa ai “creditori” o addirittura accreditare denaro sul loro conto corrente. Di questo sono stati riconosciuti colpevoli ieri due ex detenuti dell’Arginone: Salvatore Raimondi è stato condannato a 3 anni e mezzo per estorsione e tentata estorsione, mentre a Giovanni Marino i giudici hanno riconosciuto la sola tentata estorsione e stabilito una condanna di 3 anni e 4 mesi.

Due infatti gli episodi al centro del processo, emersi tra mille tentennamenti, timori e difficoltà: la vittima non si è costituita parte civile e non ha mai sporto denuncia: le indagini per estorsione vennero avviate d’ufficio dopo l’aggressione e le prime ammissioni di fronte alla Polizia Penitenziaria.

Nel primo caso, avvenuto in cella, Raimondi avrebbe messo le mani attorno al collo della vittima per indurlo a saldare un debito di 600 euro accumulato nei confronti di ciascuno di loro (un terzo detenuto, albanese, era stato poi prosciolto). La vittima si era allora rivolto alla figlia, chiedendole di accreditare 250 euro sul conto di Raimondi, ed era stato poi visto portare la spesa a Marino: prodotti alimentari e di consumo del valore di una quindicina di euro. Nel secondo caso invece l’estorsione era stata solo tentata, perché l’aggressione nella lavanderia era stata interrotta dalle guardie penitenziarie. Riscontri raccolti con fatica dagli inquirenti, in un clima di omertà e sequenze di “non ricordo”. Come la deposizione, ieri, dell’ex compagno di cella della vittima che, trincerandosi dietro l’età avanzata e la cattiva memoria, ha ribattuto «non so niente, non mi ricordo niente» a ogni domanda del pm. I fatti però per i giudici erano fin troppo chiari, e per gli imputati sono arrivate le condanne.

poker.gioconews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

7 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

8 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

9 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto

10 Salvatore Riina in coma da giorni: è in fin di vita, ricoverato in ospedale a Parma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Esuberi personale di Polizia Penitenziaria, dubbi sulla gestione del DAP. Interrogazione parlamentare di Maurizio Gasparri

2 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

3 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Congedo programmato e malattia

6 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

7 E'' meglio scegliere a chi dare la colpa che cercare le cause del disastro penitenziario

8 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

9 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

10 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?