Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Gratteri, audizione Senato: si facciano 4 carceri solo per i 41bis

Polizia Penitenziaria - Gratteri, audizione Senato: si facciano 4 carceri solo per i 41bis


Notizia del 09/06/2014 - ROMA
Letto (2311 volte)
 Stampa questo articolo


"La fuga di notizie sulle minacce di Totò Riina a Nino Di Matteo indica che qualcosa non ha funzionato e che nelle carceri entra troppa gente". È lapidario il procuratore aggiunto di Reggio Calabria Nicola Gratteri, durante l'audizione tenutasi di fronte alla Commissione Diritti Umani del Senato, in merito al regime di detenzione del 41 –bis.

"I boss hanno la capacità di lanciare messaggi criptati e, per il futuro, bisogna fare attenzione anche alla fuoriuscita della più innocente notizia" avverte Gratteri, da anni impegnato in prima fila nella lotta alle ‘ndrine calabresi.

Salvatore Borsellino, in una intervista rilasciataci lo scorso febbraio, aveva considerato le intimidazioni di Riina come "una fatwa lanciata da un uomo che non può più esercitare il potere che deteneva prima della sua cattura, ma che ha ancora una grande influenza spirituale su quello che resta della struttura militare della mafia".

Il fondatore del Movimento delle Agende Rosse aveva anche individuato, nelle confidenze fatte al boss della SCU Alberto Lorusso, l'intenzione del capo dei capi di rivolgersi ai pezzi deviati dello Stato, manifestando la propria disponibilità a fare, ancora una volta, il lavoro sporco: eliminare un comune nemico, rappresentato questa volta dal pm Di Matteo.

Il capo dei capi, attualmente recluso nel carcere milanese di Opera, è uno dei 750 detenuti posti sotto il regime del 41–bis.

Durante l'audizione , il procuratore Gratteri ha evidenziato le lacune del sistema, soffermandosi soprattutto sulla necessità di concentrare i detenuti in regime 41 –bis in poche strutture carcerarie. "Oggi i detenuti in regime di 41 – bis sono distribuiti in 12 carceri e questa è già una anomalia – afferma Gratteri - perché ciò significa avere 12 direttori con 12 interpretazioni diverse del 41 –bis. Per questo dovremmo cercare di costruire 4 carceri dove convogliare tutti i detenuti al 41 –bis e avere 4 direttori specializzati".

Per fare questo oltre ai soldi, occorre abbandonare la politica dei tagli lineari, che tanti danni ha prodotto nell'ultimo decennio, rivedendo anche alcune scelte non felicissime del passato, come la chiusura delle carceri dell'Asinara e di Pianosa.

"La decisione di chiudere le carceri di Pianosa e Asinara è discutibile – ha aggiunto Gratteri - perché la loro collocazione determinerebbe un effettivo isolamento del detenuto, permettendogli comunque di svolgere delle attività e di non stare chiuso venti ore in cella.
Quando si riparlerà di sovraffollamento delle carceri, voglio vedere quale partito politico avrà il coraggio di parlare della riapertura di queste strutture" è stata la "frecciatina" finale di Gratteri ai partiti.

iltaccoditalia 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato