Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Gruppi di persone avvistati sopra il tetto del carcere di Poggioreale a prendere il sole

Polizia Penitenziaria - Gruppi di persone avvistati sopra il tetto del carcere di Poggioreale a prendere il sole


Notizia del 14/05/2015 - NAPOLI
Letto (1716 volte)
 Stampa questo articolo


Tre, a volte quattro, persone sbucano da una porticina: passeggiano un po’, si tolgono le magliette e si sdraiano al sole per la tintarella

Quasi ogni giorno tra le 11.30 e le 13, il tetto di uno dei padiglioni del carcere di Poggioreale diventa un solarium. Tre, a volte quattro (ma mai più di cinque persone) escono dalla porticina del tetto, passeggiano un po’, si tolgono le magliette e si sdraiano al sole. La scena è visibile da molti degli uffici del Centro Direzionale che affacciano sulla prigione napoletana. Non è chiaro chi siano i sirenetti: detenuti, personale del carcere, operai o guardie.

Molte persone che lavorano negli uffici con vista sul carcere e che spesso assistono alla scena, sostengono di aver visto quelle persone passeggiare nei cortili della prigione durante l’ora d’aria. Un riconoscimento che però appare azzardato data l’altezza e la distanza. Se fossero dei detenuti certamente si tratterebbe di persone «privilegiate» che riescono non solo ad accedere liberamente al tetto ma soprattutto che riescono a concedersi ore di socialità e relax evidentemente negate alla maggior parte dei carcerati che non sembra passarsela bene, come hanno denunciato il rapporto della commissione libertà civili dell’Unione Europea che definiva Poggioreale un lager e varie inchieste giornalistiche su maltrattamenti e pestaggi.

«Dal tetto si può anche comunicare con l’esterno»

«Fa rabbia vedere gente che prende il sole a Poggioreale mentre ci sono detenuti che scontano la loro pena con grande sofferenza – commenta una donna che lavora in una delle torri che danno sul carcere ma che non vuole essere ripresa – qui al centro direzionale c’è un via vai di mici, parenti e colleghi di clan che lanciano segnali. Io ho paura e faccio finta di non vedere”. In un’altra torre ai piani alti, qualcuno parla e spiega, chiedendo di restare anonimo, che «il solarium è un’abitudine e quando non c’è il sole comunque c’è gente che sale sul tetto a passeggiare, fumare o perdere tempo.

La cosa inquietante è che le varie torri del centro direzionale sono facilmente accessibili e molte persone salgono nei palazzi per poter parlare dai ballatoi o affacciandosi da uffici con i detenuti. Il genere si affidano a segnali o espressioni in codice. Utilizzano questo tipo di comunicazione anche i familiari che invece lanciano messaggi d’amore ai loro parenti detenuti”. Anche un altro abituale frequentatore del Centro Direzionale racconta di vedere spesso persone prendere il sole sul tetto di uno dei padiglioni del carcere: “Si mettono comodi come se la prigione fosse un grand hotel».

corrieredelmezzogiorno.it

Carcere di Poggioreale: erano operai in pausa pranzo le persone viste sui tetti del carcere a prendere il sole

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

4 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

5 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

6 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

7 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

8 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

9 Gratteri sulle indagini del Cara di Crotone: mi meraviglia che l''agente penitenziario arrestato sia solo ai domiciliari

10 Era considerato un detenuto modello il rapinatore ucciso a Pisa: sparò anche ai Carabinieri ad altezza uomo


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

6 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

7 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

8 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

9 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

10 Ministro Orlando vigili affinchè il DAP non ritardi anche nell’attuazione del riallineamento