Aprile 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2017  
  Archivio riviste    
I Radicali italiani contro il Sappe: i detenuti minori vanno tutelati anche i giovani adulti

Polizia Penitenziaria - I Radicali italiani contro il Sappe: i detenuti minori vanno tutelati anche i giovani adulti


Notizia del 09/09/2016 - ROMA
Letto (2505 volte)
 Stampa questo articolo


“All’ indomani della rivolta di Airola stiamo assistendo – dal Sap al Sappe – a una “gara” tra i sindacati di polizia per chi tiene la posizione più dura sulla sicurezza in carcere, in particolare sulla legge 2014/117 che ha prolungato da 21 a 25 l’età in cui è possibile essere “ospitati” negli istituti di pena per minorenni. Cadendo nella trappola dell’emotività e della irrazionalità, la Polizia Penitenziaria rischia di rompere quella “alleanza” con i detenuti per una civilizzazione delle condizioni di vita nelle carceri, che riguarda l’intera “comunità penitenziaria”, secondo l’insegnamento e l’azione politica di Marco Pannella”.

Lo afferma  Michele Capano, della Direzione Nazionale Radicali Italiani: “L’inserimento dei ragazzi da 22 a 25 anni nella categoria dei “giovani adulti” – dice Capano – va compreso nella sua reale portata: si tratta di ragazzi che vanno in carcere per reati commessi prima dei diciotto anni, e solo se il giudice non ritiene che sussistano esigenze di sicurezza tali da imporne la detenzione nelle case di reclusione ordinarie. Parliamo, in tutta Italia, di circa 100 ragazzi: veramente troppo pochi per legittimare polemiche di questo tipo. Inoltre negli stessi IPM i “giovani adulti” sono rigorosamente separati dai minorenni, dunque il tema della “cattiva influenza” non si pone. Inoltre, ove si rendano responsabili di reati da maggiorenni, rientrano immediatamente nel circuito di reclusione ordinario”.

“Gli interventi di esponenti della polizia penitenziaria – prosegue l’esponente dei radicali -, e di un agente iscritto al Partito Radicale, al recente congresso di Rebibbia dimostrano tuttavia che c’è lo spazio per continuare un lavoro comune per riforme che, piuttosto, si muovano nella direzione di perfezionare e arricchire le opportunità trattamentali nei confronti dei detenuti. L’Italia è in grave ritardo sul piano dell’esecuzione della pena nei confronti dei minori, nonostante le raccomandazioni internazionali e sebbene da 25 anni esista una procedura penale minorile, non si è ancora dotata di uno specifico “diritto dell’esecuzione minorile”.

“I fatti di Airola – conclude -, proprio perché gravi, non possono essere affrontati con facili proclami contro i “baby boss”, ma ci impongono di moltiplicare gli sforzi per adeguare il sistema penitenziario alle esigenze di integrazione sociale dettate dalla nostra Costituzione: è questa la chiave per costruire la “sicurezza” invocata dagli agenti di polizia penitenziaria. Mi auguro che il nostro dialogo continui  e per questo invito fin da ora il segretario generale del Sap Tonelli al Congresso di Radicali Italiani che si terrà a fine ottobre”.

agenparl.com

Detenuti maggiorenni nelle carceri minorili: tutti i numeri e le problematiche

 

Poliziotti in uniforme anche nelle carceri minorili e Commissari di Polizia Penitenziaria: le richieste del Sappe

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Arresti centro migranti di Capo Rizzuto: Poliziotto penitenziario consegnava pizzini agli ''ndranghetisti del carcere di Siano

2 Antonio Fullone nominato ufficialmente Direttore Generale: lascia la direzione del carcere di Poggioreale

3 Indagato l''ex direttore del carcere di Padova: sotto indagine il declassamento dall''alta sicurezza di 12 detenuti

4 Poliziotti penitenziari coinvolti nel caso Cucchi citano i Ministeri della Giustizia, Difesa e Interni: il GUP accoglie la richiesta

5 Poggioreale, hashish nascosto nelle suole delle scarpe. Polizia Penitenziaria denuncia cinque persone

6 Catturato detenuto tunisino e islamico radicalizzato: era evaso da permesso premio, Poliziotto penitenziario lo riconosce in stazione

7 Ristrutturazioni in corso nel carcere di Cuneo per ospitare di nuovo detenuti al 41-bis

8 Lucera, in fiamme auto di un poliziotto penitenziario

9 Carceri 41-bis: visita della Commissione Antimafia nelle carceri della Sardegna per verificare Cagliari Uta e Sassari

10 Funzionario PRAP Sicilia condannato a tre anni di reclusione: turbativa d''asta per i lavori nel carcere dell''Ucciardone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Quanto fa guadagnare il servizio di polizia stradale della Polizia Penitenziaria al Ministero della Giustizia?

3 Il Consiglio dei Ministri approva definitivamente il Riordino delle Carriere

4 Vigilanza dinamica e affettività in carcere diventano legge

5 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

6 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

7 Skype per i mafiosi al 41-bis: arrivano puntuali le smentite, ma per i mafiosi in alta sicurezza come la mettiamo?

8 Rems, se qualcuno avesse raccolto i nostri allarmi ...

9 Il Re è nudo! Ma forse anche cieco e sordo ...

10 Carceri e sanità, intesa del Sappe con i medici aderenti allo SMI