Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Il cappellano che abusava dei detenuti li tranquillizzava: "a Napoli fanno tutti così"

Polizia Penitenziaria - Il cappellano che abusava dei detenuti li tranquillizzava:


Notizia del 24/05/2013 - MILANO
Letto (1816 volte)
 Stampa questo articolo


 

Inizierà il prossio 10 luglio il processo all'ex cappellano del carcere di San Vittore che abusava sessualmente dei detenuti in cambio di piccoli favori.

Don Barin, 51 anni, era finito in carcere lo scorso 20 novembre, nell’ambito dell’inchiesta condotta da squadra mobile e Polizia Penitenziaria e coordinata dalla Procura di Milano. Secondo l’accusa, l’ex cappellano del carcere di San Vittore faceva leva sullo ”stato di bisogno” dei detenuti, che si rivolgevano a lui per avere piccoli benefit per vivere meglio in carcere: sigarette, shampoo, saponette. Poi, secondo l’accusa, appagava le sue ”pulsioni”, chiedendo loro in cambio favori sessuali. Infine, quando i detenuti uscivano dal penitenziario, a pena scontata, sempre secondo le indagini, li invitava a passare a casa sua per altre prestazioni sessuali, facendogli pesare il fatto che i suoi pareri di “buona condotta” erano stati utili, a suo dire, per le scarcerazioni.

Come si legge nel decreto del giudice Manzi, l’ex cappellano controllava ”l’eventuale arrivo di persone a mezzo di specchietto retrovisore, in modo da tranquillizzare il detenuto”, che subiva abusi, ”in merito ad una possibile sorpresa in flagranza”.

Inoltre, Barin ”tranquillizzava” i detenuti che manifestavano il proprio ”disagio” dicendo che ”la sua era una condotta normale, segni di amicizia e che a Napoli tutti sono soliti fare così“. E ancora: il religioso ”intensificava” le ”visite” di alcuni detenuti ”nel proprio ufficio” facendoli sentire come i ”favoriti”.

 

Riscuoteva favori sessuali dai detenuti in cambio di sigarette, shampoo, saponette e radioline. E con l’aiuto di uno specchietto retrovisore controllava l’arrivo di persone durante gli abusi. Per questo Don Alberto Barin, ex cappellano del carcere milanese di San Vittore, è accusato di violenza sessuale su 12 detenuti e verrà processato con rito immediato. Il gip di Milano, Enrico Manzi, ha accolto la richiesta avanzata dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Daniela Cento e Lucia Minutella.

Nel decreto del gip vengono individuate 12 vittime, tutti africani di un’età che varia tra i 23 anni e i 43 anni e per fatti che vanno dal 2008 al 2012. Dallo scorso aprile don Barin è agli arresti domiciliari, che sta scontando in un convento.

Il processo contro Don Barin si aprirà il prossimo 10 luglio davanti alla quinta sezione penale. L’imputato però ha anche la possibilità nei prossimi giorni di chiedere il rito abbreviato ed essere giudicato a porte chiuse da un gup, con uno sconto di un terzo della pena in caso di condanna.

blitzquotidiano.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

8 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

9 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

2 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Le proteste pretestuose

9 Il ''malvezzo'' lo rispediamo al mittente

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!