Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Il carcere di Taranto diventa opera d’arte. Percorso interattivo a cura di Bonito Oliva

Polizia Penitenziaria - Il carcere di Taranto diventa opera d’arte. Percorso interattivo a cura di Bonito Oliva


Notizia del 19/04/2017 - TARANTO
Letto (983 volte)
 Stampa questo articolo


Il progetto, co-curato dal famoso critico d’arte, coinvolge in prima persona il visitatore che sarà “schedato” e proverà l’esperienza dell’isolamento, chiuso in una cella, prima di poter scoprire le opere delle detenute.

 

Non è la prima volta che l’arte entra in un carcere italiano, nell’ambito di progetti finalizzati alla rieducazione del detenuto. Abbiamo già raccontato di alcuni casi in cui progetti tra arte e sociale hanno lavorato per mettere in piedi questa complessa relazione, ad esempio attraverso il muralismo, oppure sviluppando laboratori, corsi di storia dell’arte e interventi artistici vari. Ma è, forse, una novità assoluta, nel panorama delle iniziative culturali e formative realizzate all’interno delle case di reclusione in Italia, la trasformazione del carcere stesso in un’opera d’arte, grazie all’apporto di quanti vivono in prima persona la reclusione, a coloro che vi operano e agli stessi visitatori.

 

L’ALTRA TARANTO

 

L’altra città. Un percorso partecipativo e interattivo nella realtà carceraria italiana – questo il titolo dell’evento in programma dall’8 maggio al 5 giugno nella casa circondariale Carmelo Magli di Taranto – nasce, infatti, con l’obiettivo di presentare l’esperienza detentiva, con tutte le sue criticità e contraddizioni, dando modo al visitatore di percepire ciò che sono i luoghi della pena oggi attraverso un percorso plurisensoriale in diverse tappe. All’ingresso, infatti, bisogna fare una foto segnaletica e lasciare le proprie impronte digitali; poi si procederà alla scoperta del carcere attraverso le installazioni delle detenute e si proverà l’esperienza dell’isolamento, chiusi in una cella. Un progetto artistico molto articolato, curato dal critico d’arte Achille Bonito Oliva e dal comandante della Polizia Penitenziaria del carcere Giovanni Lamarca, che lo ha ideato diversi mesi fa, impegnando una ventina di detenute in laboratori di arte e scrittura creativa tenuti dall’artista e docente Giulio De Mitri, col supporto teorico di Roberto Lacarbonara e Anna Paola Lacatena, l’allestimento di Giovanni Guarino e la partecipazione di alcuni agenti penitenziari.

 

– Claudia Giraud  - artribune

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

7 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

8 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

9 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb

10 Detenuto, si aggirava in sezione con 50 grammi di hashish nelle mutande: era stato anche protagonista di un film di Santoro trasmesso dalla RAI


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Gratteri, Ardita, Stati Generali... fino ad oggi sono state ignorate tutte le proposte di riforma della Polizia Penitenziaria ...il 2018 sarà l’anno buono?

3 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

7 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

8 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria