Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Il DAP decide di risarcire boss della scu al 41-bis: gli avrebbe reso difficile lo studio e gli incontri con la famiglia

Polizia Penitenziaria - Il DAP decide di risarcire boss della scu al 41-bis: gli avrebbe reso difficile lo studio e gli incontri con la famiglia


Notizia del 27/04/2016 - NUORO
Letto (1482 volte)
 Stampa questo articolo


Per diverse volte non gli è stata concessa la possibilità di avvicinarsi alla famiglia, inoltre è stato trasferito in Sardegna facendogli correre il rischio di interrompere gli studi. E così lui, Marcello Dell’Anna, ex boss della Sacra corona unita, ha presentato ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo, che ha giudicato l’istanza «ricevibile». Risultato: lo Stato italiano ha deciso di proporre una transazione e adesso dovrà risarcire il detenuto, condannato all’ergastolo per tre omicidi.

La laurea

Lui, l’ex boss della Scu radicata nel territorio di Nardò, in provincia di Lecce, è in carcere da oltre vent’anni ma dietro le sbarre ha cominciato il suo percorso di studi. Che non solo lo ha portato a laurearsi in Giurisprudenza con 110 e lode all’Università di Pisa (tesi sui diritti dei detenuti e il regime del 41 bis) , ma lo ha anche traghettato dall’altra parte della cattedra: Dell’Anna ha infatti insegnato Diritto penitenziario applicato agli avvocati nell’ambito del programma della Scuola forense di Nuoro, dove è tuttora detenuto nel carcere di Badu ‘e Carros.

Il ricorso

Il caso Dell’Anna è approdato all’esame della Corte europea dei diritti dell’uomo nel 2013, quando il suo avvocato, Ladislao Massari, ha presentato ricorso per violazione del diritto allo studio e agli affetti familiari. «Più volte - spiega il legale - avevamo chiesto l’avvicinamento in Puglia, dove viveva la famiglia, ma le richieste non sono state prese in considerazione dall’amministrazione penitenziaria». Al contrario, è stato disposto il trasferimento in Sardegna. «Proprio questa decisione - sottolinea l’avvocato Massari - ha rischiato di pregiudicare gli studi di Dell’Anna che, dopo la laurea, si era iscritto a un corso di specializzazione».

L’accordo

Fatto sta che nel 2014 Strasburgo dichiara il ricorso «ricevibile». A questo punto lo Stato italiano sceglie la via della transazione proponendo un risarcimento in denaro. «Ormai dopo tanto tempo - precisa il difensore - Dell’Anna non aveva più interesse ad avvicinarsi nel Salento, anche perché nel frattempo la famiglia si è trasferita in Sardegna». Dove adesso l’ex boss, dietro le sbarre, continua a studiare.

corrieredelmezzogiorno.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE SARDEGNA
Statistiche carceri Regione Sardegna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Sissy Trovato Mazza torna a casa: l''Agente penitenziaria colpita alla testa da un proiettile nell''ascensore dell''ospedale di Venezia è fuori pericolo

2 Arrestato poliziotto penitenziario in aspettativa. Rubava bancali di legno per rivenderli a 4 euro

3 Il caso dell''Agente Lepore deceduta in ospedale: a processo il medico per firme false e omicidio colposo

4 Arrestato Agente penitenziario in servizio a Rebibbia: aveva droga e telefonini da smerciare in carcere

5 Espulso dall''Italia il detenuto marocchino Rachid Assarag che accusò i Poliziotti penitenziari di maltrattamenti

6 Agente penitenziario si getta nel fiume Volturno e salva un uomo che voleva suicidarsi

7 Orlando incontra i Radicali: decreti attuativi della riforma penitenziaria pronti entro fine mese

8 Ex detenuto del carcere di Agrigento incontra Agente penitenziario e lo insulta e lo minaccia

9 Donna con mandato di cattura si presenta in carcere per il colloquio con il marito: arrestata dalla Polizia Penitenziaria

10 Delegazione Sappe nel carcere di Favignana: mancano troppi Poliziotti, sicurezza a rischio


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Poliziotto Penitenziario si suicida: in servizio all''NTP di Palermo Pagliarelli si è tolto la vita con la pistola d''ordinanza

2 Appena 48 ore dopo un altro Agente Penitenziario si spara un colpo alla testa: Finanziere chiama i soccorsi, ma il collega muore nel tragitto

3 1990: ultima Festa del Corpo Agenti di Custodia. Il video della spettacolare cerimonia.

4 Direttore e Comandante si schierano con i Sindacati: Andrea Orlando rinuncia alla visita al carcere di Bologna

5 In memoria di Francesco Rucci, Brigadiere degli Agenti di Custodia ucciso da terroristi di Prima linea il 18 settembre 1981

6 In memoria dell''Appuntato Pasquale De Santis, ucciso da un detenuto durante un tentativo di evasione dal carcere di Porto Azzurro l''11 settembre 1943

7 Filippo Facci su Libero fotografa alla perfezione la situazione attuale della Polizia Penitenziaria

8 In memoria di Antimo Graziano, Brigadiere degli Agenti di Custodia ucciso dalla camorra il 14 settembre 1982

9 Perché la Polizia Penitenziaria sarà in piazza a manifestare il 19 settembre 2017. Donato Capece (SAPPE) lo spiega al Ministro della Giustizia Andrea Orlando"

10 Il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per i 200 anni della Polizia Penitenziaria