Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Il DAP decide di risarcire boss della scu al 41-bis: gli avrebbe reso difficile lo studio e gli incontri con la famiglia

Polizia Penitenziaria - Il DAP decide di risarcire boss della scu al 41-bis: gli avrebbe reso difficile lo studio e gli incontri con la famiglia


Notizia del 27/04/2016 - NUORO
Letto (1187 volte)
 Stampa questo articolo


Per diverse volte non gli è stata concessa la possibilità di avvicinarsi alla famiglia, inoltre è stato trasferito in Sardegna facendogli correre il rischio di interrompere gli studi. E così lui, Marcello Dell’Anna, ex boss della Sacra corona unita, ha presentato ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo, che ha giudicato l’istanza «ricevibile». Risultato: lo Stato italiano ha deciso di proporre una transazione e adesso dovrà risarcire il detenuto, condannato all’ergastolo per tre omicidi.

La laurea

Lui, l’ex boss della Scu radicata nel territorio di Nardò, in provincia di Lecce, è in carcere da oltre vent’anni ma dietro le sbarre ha cominciato il suo percorso di studi. Che non solo lo ha portato a laurearsi in Giurisprudenza con 110 e lode all’Università di Pisa (tesi sui diritti dei detenuti e il regime del 41 bis) , ma lo ha anche traghettato dall’altra parte della cattedra: Dell’Anna ha infatti insegnato Diritto penitenziario applicato agli avvocati nell’ambito del programma della Scuola forense di Nuoro, dove è tuttora detenuto nel carcere di Badu ‘e Carros.

Il ricorso

Il caso Dell’Anna è approdato all’esame della Corte europea dei diritti dell’uomo nel 2013, quando il suo avvocato, Ladislao Massari, ha presentato ricorso per violazione del diritto allo studio e agli affetti familiari. «Più volte - spiega il legale - avevamo chiesto l’avvicinamento in Puglia, dove viveva la famiglia, ma le richieste non sono state prese in considerazione dall’amministrazione penitenziaria». Al contrario, è stato disposto il trasferimento in Sardegna. «Proprio questa decisione - sottolinea l’avvocato Massari - ha rischiato di pregiudicare gli studi di Dell’Anna che, dopo la laurea, si era iscritto a un corso di specializzazione».

L’accordo

Fatto sta che nel 2014 Strasburgo dichiara il ricorso «ricevibile». A questo punto lo Stato italiano sceglie la via della transazione proponendo un risarcimento in denaro. «Ormai dopo tanto tempo - precisa il difensore - Dell’Anna non aveva più interesse ad avvicinarsi nel Salento, anche perché nel frattempo la famiglia si è trasferita in Sardegna». Dove adesso l’ex boss, dietro le sbarre, continua a studiare.

corrieredelmezzogiorno.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE SARDEGNA
Statistiche carceri Regione Sardegna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

2 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

3 Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer

4 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

5 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

6 Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria

7 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

8 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

9 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

10 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera

10 Gli Uffici per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE)