Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Il DAP trasferisce alcuni arrestati della "mafia capitale": troppi collegamenti con le cooperative

Polizia Penitenziaria - Il DAP trasferisce alcuni arrestati della


Notizia del 11/12/2014 - ROMA
Letto (2125 volte)
 Stampa questo articolo


A sorpresa il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria ha disposto il trasferimento di Salvatore Buzzi (Nuoro), Franco Panzironi (Prato) Agostino Gaglianone (Melfi) e Carlo Pucci (Terni). Troppe le relazioni con il mondo dei detenuti per via delle coop per il reinserimento. Alla Garrone concessi i domiciliari per accudire la bimba piccola

Divisi e allontanati, chi a nord chi a sud chi addirittura oltremare. Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it alcuni degli arrestati nell'ambito dell'inchiesta sulla mafia romana sarebbero stati trasferiti nelle ultime ore in diversi istituti penitenziari della penisola. Salvatore Buzzi (difeso dall'avvocato Alessandro Diddi) è partito per Nuoro, Franco Panzironi (difeso dall'avvocato Pasquale Bartolo) è stato trasferito a Prato mentre Agostino Gaglianone (difeso dall'avvocato Valerio Spigarelli) ha fatto le valige per Melfi e Carlo Pucci (difeso dall'avvocato Domenico Oropallo) ha preso la strada per Terni.

Una decisione estrema e inattesa del Dipartimento amministrazione penitenziaria, che dipende direttamente dal Ministero della Giustizia, che ha evidentemente deciso di distribuire i protagonisti del sodalizio sull'intero territorio nazionale. Alla luce dei rapporti e delle relazioni emerse dalle carte tra gli appartenenti al gruppo e il mondo dei detenuti che, una volta usciti, avevano la possibilità di essere inseriti nelle cooperative sociali, la Procura ha manifestato l'opportunità di questo allontanamento, avvenuto comunque all'indomani dei primi interrogatori di garanzia.

Intanto mercoledì sera il gip ha concesso gli arresti domiciliari a Alessandra Garrone, la compagna di Buzzi, finita tra gli arrestati con l'accusa di associazione di tipo mafioso, corruzione aggravata a turbativa d'asta. Soddisfatto il legale Alessandro Diddi: “Un piccolo risultato che spero sia di buon auspicio anche per il resto. La signora ha una bambina piccola e il gip Flavia Costantini, su mia richiesta, ha ritenuto opportuno tenerla vicino a lei”.

affaritaliani.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”