Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

Polizia Penitenziaria - Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti


Notizia del 05/08/2017 - TRENTO
Letto (1348 volte)
 Stampa questo articolo


Il Gip archivia: "Episodi sporadici, nessuna responsabilità". Soricelli? Non c'è colpa. Il gip Francesco Forlenza ha deciso di archiviare il caso sui presunti maltrattamenti subìti da alcuni detenuti nel carcere di Trento. Forlenza ha parlato di "fatti occasionali, seppure deprecabili", che potrebbero eventualmente configurare altri reati, ma non i maltrattamenti. Archiviazione anche per la vicenda del suicido di Luca Soricelli, morto nel dicembre 2016 sempre a Trento.
Sergio era stato preso a calci durante un trasporto con il cellulare nel 2014, non aveva sporto denuncia, ma si era confidato con un medico; poi giudicato con gravi problemi psichiatrici e di adattamento alla vita carceraria era stato sottoposto a un regime di stretta sorveglianza.

Alì e Mohamed (i nomi sono tutti di fantasia per motivi di tutela della privacy ndr) nel 2015 si erano barricati in cella, avevano tentato di tagliarsi le vene con la lametta, una quindicina di agenti in divisa anti-sommossa li avevano fermati, uno di loro era stato percosso, due agenti erano stati feriti. Poi c'è Asad che aveva raccontato di essere stato percosso nel 2015. Fatto vero, ma, secondo quanto documentato, l'uomo aveva minacciato un agente e altri detenuti. Mohamed e Tarek nel 2016 avrebbero ricevuto alcuni schiaffi. Erano stati loro a raccontarlo, ma nessuna denuncia. "Per paura di ritorsioni" avrebbero detto.

Vite dietro alle sbarre. Esistenze ai limiti. La violenza in carcere è una triste compagnia di agenti e detenuti. I confini sono sempre molto fragili. Ma se le percosse ci sono state non si tratta di maltrattamenti. È lo stesso gip Francesco Forlenza a metterlo nero su bianco nell'ordinanza con la quale ha archiviato il delicato caso, denunciato dal garante dei detenuti, Mauro Palma, rappresentato dall'avvocato Nicola Canestrini, sui presunti maltrattamenti nel carcere di Trento. Il giudice, che ha accolto la richiesta del pm Davide Ognibene (il sostituto procuratore aveva ritenuto i racconti dei detenuti non credibili), parla di "episodi sporadici, quantunque ritenuti provati, fatti assolutamente deprecabili - precisa - da sanzionare disciplinarmente, ma non sembra possibile poterli inquadrare nel reato di maltrattamenti".

Il giudice non mette in dubbio la possibile veridicità dei fatti raccontati, ma perché siano ritenuti reato devono esserci una serie "di condotte etero-aggressive, attuate in un arco temporale ampio... un costante atteggiamento dell'agente di maltrattare e denigrare".
Tutto questo non sarebbe stato riscontrato, Forlenza parla infatti di "fatti occasionali" che potrebbero eventualmente configurare altri reati come ingiurie e percosse, ma non i maltrattamenti. "Il requisito oggettivo è l'abitualità e il cui dolo è quello di esercitare una persistente tirannia sul soggetto passivo".

Caso chiuso, quindi.

Corriere del Trentino

STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

8 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

9 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

8 Noi, vittime della Torreggiani

9 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

10 Le proteste pretestuose